Elezioni universitarie, cancellate due liste

0
Bsnews whatsapp

Da il Brescia 10 maggio 2007

È stato un risveglio dal sapore amaro, quello di ieri, per gli attivisti delle liste Studenti democratici (centrosinistra) e Mup (Lega Nord) che mercoledì si contenderanno i voti degli universitari bresciani per la conquista degli organismi di rappresentanza nelle facoltà e in ateneo. La commissione elettorale presieduta dal professor Antonio D’Andrea (ordinario di Diritto costituzionale a Giurisprudenza), infatti, dopo una lunga seduta, ha deciso di cancellare la prima lista dalla corsa per il Consiglio di facoltà di Economia e la seconda da ben tre organismi: il Consiglio di facoltà di Economia, il consiglio di amministrazione e il Consiglio rappresentativo degli studenti. Identico – e ineccepibile dal punto di vista formale – il verdetto. Entrambe avevano inserito negli elenchi uno studente fuoricorso da più di due anni (dunque ineleggibile) e senza di questo il numero dei candidati era inferiore a quello minimo per essere ammessi alla competizione.

Ma interessante è anche il caso di Nicoletta Campaner, arrivato sul tavolo della commissione per il fatto che la studentessa (iscritta a Medicina) è candidata in diversi organismi per Studenti democratici, ma risulta anche tra i sottoscrittori della lista “Azione universitaria – centrodestra in ateneo” che dal punto di vista politico si colloca all’esatto opposto. Un’incompatibilità risolta con la decisione di dichiarare nulla la sua firma di sostegno (tanto più alla luce del fatto che non era rilevante per il raggiungimento del quorum) confermandone però la candidatura. A sciogliere il mistero su una scelta quanto meno curiosa ci pensa invece l’interessata. «Ero convinta», spiega, «di firmare la lista di un mio carissimo amico per il Consiglio nazionale degli studenti». Un organismo per cui si vota in parallelo a quelli d’ateneo, e dunque non incompatibile con questi ultimi. a.t.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI