Via le buste paga dei muratori

    0

    Rapina da 100 mila euro: questo il bottino intascato da due malviventi che ieri pomeriggio hanno fatto irruzione nell’ufficio di una grossa impresa edile di Chiari, minacciando il contabile e le due impiegate in quel momento al lavoro. Sono andati a colpo sicuro: sapevano che l’ufficio era provvisoriamente in quello stabile di via dei Sellai n.2, in attesa che venissero completati i lavori del nuovo; sapevano che avrebbero trovato solo tre persone presenti al momento dell’irruzione e sapevano che la consegna delle buste paga sarebbe avvenuta di giovedì, anche se solitamente avviene il 20 del mese, per poter consentire il venerdì agli operai di recarsi in banca a depositare il denaro. Tutti questi elementi fanno pensare a una talpa interna all’impresa che dà lavoro a molti muratori impiegati soprattutto nei cantieri del milanese. I bandidi hanno fatto irruzione verso le 17, hanno fatto sdraiare a terra le impiegate e il contabile, hanno preso le buste paga e prima di andarsene con la macchina aziendale hanno chiuso a chiave l’inferriata che protegge la porta dell’ufficio. Poi si sono dileguati senza destare alcun sospetto. Le forze dell’ordine sono state immediatamente contattate e gli impiegati si sono recati in caserma per l’eventuale riconoscimento dei banditi che hanno agito a volto scoperto: pare fossero italiani sui quarant’anni, con accento meridionale.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome