A che punto siamo

    0

    A settembre lo stanziamento necessario per il pagamento del bonus: 1 milione e 250 mila euro. Ora, quasi a metà novembre, le ultime verifiche tecniche per stabilire l’esborso reale che il comune dovrà sostenere. All’orizzonte però potrebbe esserci la conferma che verrà inserito un limite di reddito per poter usufruire del bonus. Adriano Paroli ha categoricamente escluso, più volte, che nel provvedimento non rientreranno le coppie straniere, seppur residenti a Brescia da anni e in possesso di un lavoro stabile. Molto probabilmente però dovrebbe essere inserito un tetto reddituale massimo per poter usufruire del bonus. Ancora non sono stati diffusi i limiti che si vogliono introdurre, è certo però, ancora per il volere del sindaco, che non sarà utilizzato il criterio della soglia massima del valore Isee. A questo punto sarebbe da chiarire quale sarà il metodo applicato. Il tempo stringe: il pagamento del bonud dovrebbe avvenire prima della fine dell’anno. Il provvedimento non passerà più in consiglio, per la sua approvazione basterà una delibera di giunta.
    Intanto in città sono apparsi i primi manifesti affissi dal Partito Democratico. Nel caso la delibera non contenga le modifiche proposte (limite di reddito e criterio della residenza anziché della cittadinanza) i vertici del Pd cittadino annunciano battaglia, Del Bono non esclude si possa arrivare al referendum.
    A.C.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY