Cromo nei pozzi

    0

    Cromo esavalente, una sostanza altamente cancerogena: la legge impone non sia presente nell’acqua in misura maggiore di 50 microgrammi per litro. In tre pozzi privati situati nella campagna del Villaggio Sereno tra via Berter, via Case Sparse e via Savonarola, la quantità rilevata di cromo esavalente è stata invece di 150 microgrammi per litro, il triplo del valore massimo consentito, o per meglio dire "tollerato". Immediata l’ordinanza di chiusura dei tre pozzi da parte del comune e il divieto assoluto non solo di bere l’acqua ma anche di utilizzarla in cucina. Nei giorni scorsi è arrivato il provvedimento della procura. Nel maggio scorso, in seguito alla fuoriuscita di cromo dalla "Baratti e Inselvini", ditta dove si eseguono trattamenti di galvanizzazione, vennero chiusi i primi due pozzi, uno a Chiesanuova e uno in via Cacciamali. La ditta continua ad essere sottoposta a sequestro e si stanno bonificando i terreni dove sono state trovate quantità impressionanti di cromo. Ciò che preoccupa maggiormente è che il cromo sia arrivato così in profondità da inquinare le falde acquifere.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome