«Nel 2009 niente mostre»

    0
    Bsnews whatsapp

    Lapidario Andrea Arcai, assessore alla Cultura del comune di Brescia: «Per l’anno prossimo non ci sono più le risorse che abbiamo destinato in questi cinque anni alle mostre. Non siamo più in grado di sostenere una spesa di 3 – 3,6 milioni di euro all’anno. La Grande mostra insomma non si farà. In futuro potremmo fare ancora della Grandi mostre, ma dovranno essere legate a fatti eccezionali e al territorio. Soprattutto, andrà stabilito un rapporto diverso rispetto al passato con un grande esperto come Marco Goldin, che in questi anni ha dettato la linea culturale al Comune. La scelta della linea culturale deve sempre fare capo al Comune. Corsini aveva scelto una grande persona, abituata però a lavorare in maniera autarchica».

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    UN COMMENTO

    1. Verissimo: spesa esorbitante -passata da 700 milioni di lire iniziali a 3.6 ml di euro – per far sapere all’ITALIA che Brescia esiste! E se qualcuno voleva prenotare una mostra non risultava neanche un numero di BS ( del resto Goldin è conosciuto come un manager e se il Comune dava quella cifra, a quanto assommava il costo di una mostra, vista l’altra milioniaria sovvenzione della fondazione caab?) Chi veniva a BS transitava solo per la mostra, semmai, e poi andava a mangiare e a dormire o al Lago o a VR con scarsissimo ritorno per l’economia terziaria della ns città. Comunque si è passato dal TROPPO al NULLA! Perchè non nominare uno dei validi critici milanesi, ad es., per una mostra importante a costi contenuti e predefiniti, come fanno Parma, Mantova, Verona e Ferrara? Importante è avere una chiara e forte idea supportata non da egotismi autoreferenziali e in coflitto di interessi, ma da Professionista Valido come critico extra moenia. Auguri

    RISPONDI