Sigilli a cinque ville

    0

    Lottizzazione abusiva e omissione di atti d’ufficio: questa l’accusa rivolta nel complesso a diciassette persone, undici per lottizzazione abusiva (proprietari e costruttori) e sei, molto più gravi, per omissione di atti d’ufficio rivolte a personale del comune di Gardone Riviera. A farne le spese il personale dell’ufficio tecnico tra cui il responsabile, due esperti ambientali e il sindaco di Gardone, Alessandro Bazzani. Le indagini sono svolte dalla Guardia di Finanza, il sostituto procuratore Fabio Salamone coordina l’operazione denominata "Wild Building" che ha portato al sequestro di 5 lussuose ville in costruzione in località Traina, nei pressi del Vittoriale di Gabriele D’Annunzio. I controlli che hanno portato al sequestro sono partiti addirittura nel 2003. L’ultimo piano di lottizzazione del comune è dell’estate del 2006 e consente l’edificazione di 12mila metri cubi di cemento. La Guardia di Finanza: «Su un’area che doveva essere particolarmente tutelata per il forte interesse culturale, storico, ambientale e paesistico, è stata invece permessa un’espansione edilizia dai forti connotati speculativi, per nulla rispettosa dell’ambiente circostante con la contestuale distruzione del patrimonio arboreo».
    A.C.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome