Il Pd critica le spese della giunta

    0

    Spese per le festività natalizie nel mirino dell’opposizione che per voce dei consiglieri Claudio Bragaglio, Luigi Gaffurini, Federico Manzoni e Aldo Rebecchi critica lo sperpero di denaro pubblico. Un milione di euro tra luminarie, trenino per il trasporto in castello (30 mila euro), animazione in castello (120 mila euro per i week-end di festa), allestimento del presepio in Loggia (17 mila euro), pista da pattinaggio su ghiaccio in piazza Paolo VI (65 mila euro, ai quali andranno aggiunti i costi di acqua e energia elettrica). Un pò troppo secondo l’opposizione, considerando la crisi economica che entra nelle case delle famiglie bresciane e confrontando i costi con le spese dell’amministrazione Corsini degli scorsi anni che si aggiravano sui 250 mila euro.
    L’occasione del bilancio sulle spese natalizie è ghiotta per parlare anche delle spese che gli assessori di Paroli hanno effettuato in questi ultimi mesi. I consiglieri del Pd puntano il dito contro il cambio di arredi negli uffici degli assessori, contro la pulizia dei portici di via X Giornate (interamente a carico del comune, dei cittadini, pur non essendo i portici di proprietà comunale) e contro l’assunzione di tre dirigenti con contratto privato. Non si salva nemmeno A2A che secondo i consiglieri Pd sponsorizza le iniziative natalizie della giunta (con 254 mila euro) monetizzando il consenso dei bresciani.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. E’ del tutto evidente che la giunta Paroli vuol trasformare la nostra città nel paese dei balocchi a beneficio di tutti i citrulli bresciani che si lasciano incantare dalle apparenze e dalle chiacchiere.

    LEAVE A REPLY