La discarica si farà

    0

    A nulla sono valse le 3700 firme dei cittadini travagliatesi, né tantomeno il parere negativo espresso all’unanimità dal Consiglio Comunale: la discarica per rifiuti industriali e inermi si farà. La Provincia di Brescia ha nei giorni scorsi autorizzato l’apertura del sito che rimarrà attivo per ben 10 anni e ospiterà 1,9 miloni di metri cubi di rifiuti. Leggermente meno di quanto preventivamente stabilito, ma comunque una massa di materiale enorme per trasportare la quale serviranno circa 20mila camion all’anno. La decisione della Provincia era per certi versi scontata dopo il parere positivo espresso dall’Asl e dall’Arpa, ma il comiato Cittadini ambiente e salute di Travagliato e l’Amministrazione comunale ugualmente non si danno per vinti, decisi a contrastare con ogni mezzo lecito, primo fra tutti il ricorso al Tar, l’apertura della discarica. Il comune vuole far leva sul fatto che è reale il rischio di inquinamento delle falde acquifere e sarebbe devastante l’impatto acustico e sulla viabilità se davvero dovessero transitare per il paese (tra l’altro davanti all’asilo, alle scuole medie e al centro sportivo) 20mila mezzi pesanti all’anno. La discarica sorgerebbe nell’area ex Bettoni in località "Cascina Rinascente", di fronte al cimitero. Un altro scempio della Bassa, una delle aree più fertili d’Italia continuamente sacrificata ad esigenze talvolta incomprensibili.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY