Pace in arrivo?

    0

    Ieri si è riunito in via Lamarmora il Consiglio di sorveglianza di A2A, presieduto da Renzo Capra. Dopo una riunione durata cinque ore il consiglio ha approvato un documento che regolamenta le attività dello stesso recependo le correzioni proposte dal Consiglio di gestione milanese. Il documento redatto da Sciumè e Miccinesi per la parte milanese e da Rizzardi e Cuter per quella bresciana sembra riportare una certa armonia, o perlomeno non belligeranza, tra i due consigli e porre fine allo scontro innestato mesi fa dalla bocciatura del piano di gestione. I membri dei due consigli si sarebbero ricompattati per fare scudo contro le turbolenze della politica a Palazzo Marino e in Loggia. Dal primo febbraio il regolamento approvato ieri sarà esecutivo: il primo esame sarà la definizione del piano di riorganizzazione di A2A.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Una tregua per non essere cacciati tutti.
      Il problema però è che l’incoporzione di ASM in AEM è stata una operazione folle per i bresciani che avevano la forza e il credito industriale per acquisire anche AEM già in crisi.
      Queste cose non bisogna dimenticarle mai perchè sono la fonte di tutti gli altri guai.
      Piccoli azionisti muovetevi e venite con me in assemblea a difendere gli interessi bresciani per evitare che tutti si risolva con la conferma o il rinnovo di un management corresponsabile del damno.

    LEAVE A REPLY