Agriturismo nell’ex convento

    0

    Dopo anni di contenzioso tra il Comune di Collebeato e la proprietà (il convento è in mani private) finalmenti si è giunti a un accordo: la struttura immersa nel Parco delle Colline diventerà un agriturismo. Non un albergo, non un residence, non un’abitazione privata: un agriturismo dove gli ospiti potranno gustare i prodotti coltivati nelle vicinanze del complesso e se vogliono poi fermarsi a dormire nelle cellette dei monaci. Due terzi la porzione di struttura destinata all’attività dell’agriturismo, la rimanente parte alle abitazioni del custode e della famiglia che si occuperà della lavorazione della terra. Il consiglio comunale di Collebeato, dopo aver ottenuto il via libera dalla Soprintendenza ai Beni architettonici, ha votato all’unanimità per dare il via libera alla ristrutturaizone dell’edificio. I problemi maggiori sono ora rappresentati dalla modalità di accesso al convento che potrebbe essere raggiungibile tramite un autobus oppure con mezzi privati ma solo in determinate (e limitate) fasce orarie.
    Il monastero di Santo Stefano tornerà così a vivere dopo anni di degrado. E’ dal 1797 che i religiosi non ci mettono piede, all’indomani della Rivoluzione Francese. Negli ultimi decenni è stato usato come cascina, non certo la destinazione naturale ma se non altro la struttura ora non è messa poi tanto male.
    au.bi.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY