Stop interno col Rimini

    0

    Come era avvenuto in trasferta al Tardini col Brescia fermato da alcuni giocatori bresciani nella squadra avversaria (Paloschi, Castellini, l’ex Pavarini) così ieri le Rondinelle hanno sbattuto contro la saracinesca Agliardi, portiere bresciano di Borgosatollo.
    Brutta sconfitta interna (la seconda della stagione) quella subita contro il Rimini, uno stop inatteso nella corsa verso i play-off. Quello che manca alla squadra da un po’ di tempo a questa parte è la continuità, realizzativa e di risultati. Una sconfitta, una larga vittoria, un’altra sconfitta. Di questo passo non si va lontani. Se poi alla scarsa vena realizzativa si aggiunge la brutta prestazione… dell’arbitro, la frittata è fatta. Pinzani di Empoli ieri non ha visto un rigore netto per atterramento di Caracciolo da parte di Rinaldi (ci risiamo, un altro bresciano, originario di Manerbio) che era anche ultimo uomo. Eravamo all’undicesimo, la partita avrebbe preso un altra piega. Il gol lo subiamo a fine primo tempo, su colpo di testa di Cipriani. Prima e dopo diverse buone azioni e ottime opportunità di realizzare (Caracciolo più volte, Zoboli) sventate da Agliardi.
    A fine gara tante recriminazioni da parte dei giocatori del Brescia, Sonetti però è soddisfatto della gara dei suoi.

    Il tabellino:

    Brescia 0
    Rimini 1

    Brescia (4-3-3): Viviano, Berardi (39′ st Feczesin), Zoboli, Rispoli, Dallamano, Tognozzi (12′ st Szetela), Baronio, Zambrella, Okaka, Caracciolo, Nassi (8′ st Taddei). (Arcari, Martinez, Gorzegno, El Kaddouri). All. Sonetti.

    Rimini (4-3-1-2): Agliardi, Catacchini, Rinaldi, Milone, Regonesi, Cardinale, Basha (44′ pt La Camera), Paraschiv, Ricchiuti, Cipriani (42′ st Matteini), Docente (25′ st Pagano). (Temeroli, Bravo, Marchi, Paponi). All. Selighini.

    Arbitro: Pinzani di Empoli.

    Reti: 46′ pt Cipriani.

    Note: Pomeriggio tiepido e soleggiato; terreno in discrete condizioni.
    Calci d’angolo 9-4 per il Brescia. Ammoniti Tognozzi, Milone, Dallamano, Regonesi, Zoboli, Paraschiv per gioco falloso.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Sui giornali c’era una bella foto di CARACCIOLO, col culo per terra. Emblematica!
      Siccome il Brescia è squadra delle ripartenze continuo a sperare…

    LEAVE A REPLY