Patrizia uccisa mentre era al telefono

    0

    Ulteriori particolari emergono dalla vicenda dell’assassinio di Patrizia Maccarini da parte del suo ex fidanzato Giuseppe Candido, ora in carcere. Dall’interrogatorio dell’accusato, reo confesso dell’omicidio, sarebbe emerso che l’uomo avrebbe ucciso perché accecato dalla gelosia, perché incapace di superare il fatto di essere rifiutato dalla donna che ancora dice di amare. Se non ci sono dubbi sulle responsabilità e sulla premeditazione (prima di partire da casa l’uomo ha lasciato un biglietto) ne rimangono invece sulle modalità dell’uccisione. Come è entrato in casa Candido? La coltellata sul corpo di Patrizia è realmente stata una sola, come afferma l’uomo? Oggi sarà eseguita l’autopsia.
    Intanto è emerso che Patrizia era al telefono con un amico al momento dell’aggressione, amico che avrebbe chiamato i carabinieri intorno a mezzanotte perché preoccupato dell’interruzione improvvisa della telefonata, alle 21.00, dopo aver sentito Patrizia che diceva a qualcuno di andarsene.
    Au.Bi.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Da come si son messe le cose,con il candido assassino che si giustifica con l’amore che dice di aver voluto a Patrizia ho l’impressione che egli se la caverà con poco.Fosse stato,il Candido,un "rumenigghe" qualsiasi, sarebbe già stato crocifisso,con fotografia in tutte le prime pagine.
      Questi candidi individui,totalmente privi di una,seppur minima, EDUCAZIONE SENTIMENTALE,molestatori di donne sole e violentatori della loro coscienza, non riescono a farmi pena.Invoco,per loro, una punizione esemplare.Chissà se il Vicesindaco ROLFI è d’accordo,per una volta, con il cittadino CERRITELLI,sul caso specifico e non in generale.

    LEAVE A REPLY