Centrodestra: Molgora e non Romele

    0

    Cambio di concorrente poco prima della partenza della gara per aggiudicarsi la Provincia: il centrodestra a poco più di due mesi dalle urne accantona Romele e si prepara a candidare l’attuale sottosegretario leghista all’economia Daniele Molgora. Un cambio di strategia dettato dalla forte pressione esercitata dalla Lega nei confronti dell’alleato Forza Italia, pressing sfociato ieri sera nella dichiarazione sul nuovo candidato. Nella cena a d Arcore tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi è giunto l’accordo sul nome. Tutti contenti? Almeno in apparenza si. Forza Italia un po’ dispiaciuta per l’accantonamento di Romele (che, in caso di vittoria elettorale del centrodestra, prenderà il posto di Molgora come sottosegretario all’economia), Alleanza Nazionale un po’ dispiaciuta per avere appoggiato Romele sacrificando il nome della Beccalossi, la Lega un po’ dispiaciuta perchè non potrà contare su un candidato che viene dal popolo ed è vicino al territorio.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Mi aspettavo altro non Molgora che mette sembre zizzanie dove si trova, accantonando Romele e sacrificando la Beccalossi e la lega stessa non mettendo a disposizione il candidato che sente i vari disagi del popolo bresciano. Mi spiace molto, meglio a questo punto che venga eletto una persona di SINISTRA.

    2. Era abbastanza scontato che la Lega la spuntasse.Berlusconi tiene molto al parere di Bossi specialmente quando si tratta delle provincie,come quella bresciana,dove la Lega è molto forte.Romele,che pensa anche al suo particolare tornaconto futuro,si adegua e dimostra di essere all’ordine.Anche l’UDC,cui è confluito un numeroso gruppo di meridionali legato all’ex socialista Gorruso,alla ricerca di spazio personale, dovrà adeguarsi al dettato leghista del candidato Molgora;e lo farà alla svelta nonostante qualche mugugno in essere.Purtroppo si sta formando un arco di interessi che assomiglia ad un disegno piduista di conquisa di ogni forma di potere.Dio ci salvi.

    3. Anche Brescia terra di scambio e lottizzazione politica. Adesso tocca ai paesi, soprattutto dell’hinterland: candidati e liste non per amministrare e risolvere i problemi, ma per spartirsi il bottino politico. Alla faccia dei cittadini. Lega padrona!

    4. Molgora è persona degna e vincerà. Non si può tacere che il modo in cui è stato scelto è degno di un vecchio modo di fare politica : una spartizione decisa tra notabili, lasciando fuori la base e, soprattutto, i Bresciani che non possono proferir verbo. Insomma : "Padroni a casa nostra ????"
      Anche Romele, da buon vecchio democristiano, si adegua e si prepara, in un vero patto di potere e di spartizione, a diventare Sotto segretario del Governo.
      Dall’altra parte non stanno meglio, anzi….ma almeno non critichiamoli visto che propongono 5 nomi e chiedono ai loro simpatizzanti di dire chi preferiscono. A Destra le Primarie si fanno a Villa San Martino ad Arcore e……….i soldatini obbediscono.
      Comunque Molgora vincerà, perchè ai bresciani non gliene frega niente di queste cose.

    LEAVE A REPLY