35 anni dallo scoppio

    0
    Bsnews whatsapp

    35 anni dopo e con un processo ancora in corso, alle 10.12 di questa mattina Brescia sarà in piazza a ricordare.
    Cgil, Cisl e Uil hanno deciso di organizzare una manifestazione "sobria" per questa giornata, nessun palco sarà allestito nella piazza, gli oratori parleranno da una pedana posta vicino alla stele dei caduti, con a fianco l’ormai storico striscione con la scritta «Verità e giustizia», che attende da 35 anni che le due parole vengano onorate. Sulla pedana solo coloro che interverranno, tutti gli altri tra la gente, tra le fotografie delle otto vittime di quella mattina piovosa: Livia Bottardi Milani, Clementina Calzari e il marito Alberto Trebeschi, Giulietta Banzi Bazoli, Luigi Pinto, Euplo Natali, Bartolomeo Talenti, Vittorio Zambarda.

    Le iniziative della giornata:
    8.30, Vantiniano: celebrazione eucaristica;
    8.30, Liceo Arnaldo: musica e riflessioni;
    9.30, palazzo Loggia: incontro degli amministratori con i familiari dei caduti;
    11.30, auditorium San Barnaba: Adriano Paroli e Alberto Cavalli incontrano gli studenti bresciani e i cittadini;
    21.00, chiesa San Francesco: concerto;
    21.00, auditorium San Barnaba: libreria Rinascita in collaborazione con la Casa della Memoria presenta un recital di Ottavia Piccolo «Il coraggio della libertà» dedicato a Anna Politkovskaja;
    21.00, parco Primo Maggio di Collebeato: «Ricordando la strage di Brescias», intervento dell’avvocato Andrea Ricci, legale di parte civile al processo.
    a.c.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI