Eletto il neo Consiglio di Sorveglianza

    0

    La A2A ha un nuovo Consiglio di Sorveglianza. Dopo la riammissione al voto dei Comuni di Brescia e Milano, decisa questa mattina dal Tribunale di Brescia, e la ripresa delle attività sospese venerdì scorso, l’Assemblea dei soci ha proceduto alla revoca del Consiglio di Sorveglianza in carica (con l’84,78% dei voti) e alla nomina di quello nuovo. Il risultato delle votazioni vede Graziano Tarantini accedere alla presidenza mentre Rosario Bifulco assume la carica di vicepresidente. Del nuovo CdS fanno parte anche il contestato Bruno Caparini, Alberto Cavalli, Stefano Grassani, Mario Miccinesi, Enrico Mattinzoli, Norberto Rosini, Giorgio Sommariva, Franco Tamburini, Adriano Bandera e Gianni Castelli. In rappresentanza dei privati entrano a far parte del Consiglio anche Antonio Taormina e Massimo Perona, per la lista Atel, e Gianbattista Brivio per la Tassara di Zaleski.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Al primo punto c’era l’utile da destinare che equivale per il comune di Brescia in circa 80 milioni di euro che, penso io, debbano essere anche destinati ad alleggerire le bollette die bresciani soprattutto su teleriscaldamento e costi ambientali per i rifiuti.
      Con la revoca anticipata del Consiglio di Sorveglianza, che dovrebbe a cascata interessare anche quello di Gestione, si è creato un precedente che interrompe " per motivi fiduciari" il triennio normale: questo significa che altre maggioranze politiche future sono equalmente legittimate a farlo.
      Una cosa importante è la decisione di ridurre tutte le indennità del 30% dando un segnale moralizzatore.
      Una ultima cosa negativa: l’assenza totale di donne nei consigli del gruppo A2A anche se risultano alcune candidate sul bando comunale di Brescia. Sarebbe interessante verificare se la commissione di verifica requisiti comunale le ha dichiarate idonee!!?!!

    LEAVE A REPLY