Si decide tutto a Livorno

    0

    Parità: 2 a 2 al termine della gara d’andata della finale play-off contro il Livorno. Per come si erano messe le cose (sotto di due gol dopo nemmeno un quarto d’ora) il pareggio può sembrare un buon risultato, ma le Rondinelle hanno disputato un’ottima gara e forse qualche recriminazione ci può stare. Sabato il Brescia è obbligato a vincere in trasferta se vuole salire nella massima divisione.

    Cavasin schiera un 4-4-2 con Possanzini e Nassi in attacco, Mareco, Zambelli, Taddei e Caracciolo a centrocampo, Vass, Zambrella, Zoboli e Gorzegno in difesa e Viviano in porta. Per Ruotolo invece un 4-3-2-1, con Diamante punta quanto mai azzeccata coadiuvato nelle splendide performance dagli impeccabili Danilevicius e Tavano. A centrocampo Loviso, Miglionico e Bonetto mentre a difendere la porta di Mazzoni Perticone, Filippini, Terranova e Bergvold.
    Il primo tempo comincia con un ritmo molto alto: Taddei già all’8′ si porta in avanti, prova un pallonetto ma viene bloccato dalla difesa avversaria che tenta subito il contropiede e sfonda la porta di Viviano con un gol dalla distanza di Diamanti, palla solo deviata da Vass.
    Partita bellissima: il Livorno, per nulla sazio di reti, continua l’azione offensiva con Tavano che all’11’ prova il destro e due minuti più tardi centra la porta fissando il risultato sullo 0-2. Il Brescia, per nulla demoralizzato, alza il baricentro e fioccano le occasioni. Al 31′ Taddei, su passaggio di un ottimo Caracciolo, buca di sinistro la porta di Mazzoni: 1 a 2 e partita apertissima.
    A inizio secondo tempo gli allenatori effettuano diversi cambi, i primi a entrare sono Pulsetti per Diamanti (buona la sua gara) nel Livorno, Rispoli per Nassi nel Brescia. Quest’ultimo fa subito sentire la differenza in squadra: una volta in campo, va immediatamente in attacco, calcia dritto in porta ma centra il prontissimo Mazzoni che blocca il pallone. Al 51’ci prova ancora di sinistro Taddei: palla in rete e pareggio. E intanto, fuori dal Rigamonti esplodono i fuochi d’artificio. Tra cambi, falli e ammonizioni (sette in totale) il ritmo della partita si spegne. Il pareggio sembra gradito da entrambe le squadre, che sono forse consapevoli che tutto si giocherà sabato nella finale di ritorno.
    Au.Bi.

    Il tabellino:

    BRESCIA 2
    LIVORNO 2

    BRESCIA (4-2-3-1): Viviano, Zambelli, Zoboli, Mareco, Gorzegno, Vass (33′ st Tognozzi), Zambrella, Nassi (1′ st Rispoli), Taddei, Possanzini (10′ st Okaka), Caracciolo. (Arcari, Berardi, Dallamano, Salamon). All. Cavasin.

    LIVORNO (4-3-1-2): Mazzoni, Perticone, Terranova, Miglionico, Bonetto, A. Filippini, Loviso, Bergvold (39′ st E. Filippini), Diamanti (1′ st Pulzetti), Tavano, Danilevicius (19′ st Celerino). (Vono, Rosi, Galante, Rizza). All. Ruotolo.

    ARBITRO: Rizzoli di Bologna.

    RETI: pt 10′ Diamanti, 14′ Tavano, 31′ Taddei; st 6′ Taddei.

    NOTE: serata calda, terreno in ottime condizioni. Calci d’angolo 8-4 per il Brescia. Ammoniti Perticone, Bonetto, Danilevicius, Zambrella, Rispoli, Gorzegno per gioco falloso: Mazzoni per comportamento ostruzionistico; Zoboli per fallo di mano volontario. Spettatori: 11.387. Recupero: 3′ e 3′.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Il pareggio è stato,francamente,inaspettato e deludente.Ci tocca sempre sperare al meglio;e per il nostro Brescia lo facciamo,ancora una volta, volentieri.

    LEAVE A REPLY