Le ausiliarie bloccano i lavori

    0

    La protesta delle ausiliarie del nido "Coccinella" entra, fisicamente, in Consiglio Comunale e ne interrompe i lavori. Durante la seduta di ieri del Consiglio le lavoratirici precarie, che in totale sono 89 e rappresentano il 60% di tutto il personale di asili nido e scuole dell’infanzia comunali, hanno organizzato nel portico sotto la Loggia un sit-in di protesta. A un certo punto le manifestanti si sono trasferite in aula e mentre parlava il consigliere Martinuz, relatore dell’interrogazione sugli asili nido presentata del Pd, hanno fatto partire un fragoroso applauso. La presidente del Consiglio Simona Bordonali ha immediatamente sospeso la discussione e invitato i vigili a sgomberare l’aula dalle manifestanti, visibilmente indignate per il trattamento subito.
    Assieme alle precarie ha lasciato l’aula anche il sindaco Paroli, indispettito dalle parole definite "demagoghe" di Martinuz.
    Ricordiamo le motivazioni della protesta delle ausiliarie: la struttura "Coccinella" non versa in ottime condizioni e il comune sta pensando di chiuderla; assieme alle lavoratrici del "Coccinella" però hanno protestato tutte le precarie di nidi e materne comunali della città, arrabbiate con l’amministrazione perchè vorrebbe appaltare a una cooperativa tutte le mansioni che ora spettano alle precarie, che rischierebbero di lavorare più ore con uno stipendio più basso.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY