Dopo 9 colpi banda finisce in cella

    0

    Nove colpi, di cui cinque andati a buon fine, da metà luglio sino alla scorsa settimana: questa la breve ma intensa "carriera" di un gruppo di tre rapinatori sardi ora arrestati.
    Gli uomini del Reparto operativo guidato da Mauro Valentini e quelli del Nucleo investigativo del comandante Marco Riscaldati hanno arrestato nei giorni scorsi i tre componenti della banda che ha compiuto le rapine in alcune banche e uffici postali della provincia. Come detto i primi colpi sono stati messi a segno lo scorso 17 luglio tra Castegnato e Gussago, poi è toccato a uno sportello di Bovezzo, uno di Castel Mella, e un altro nel quartiere San Bartolomeo in città. Le telecamere poste fuori dagli istituti di credito hanno sempre ripreso i rapinatori che agivano, truccati e mascherati, armati di pistola o taglierino. Il confronto delle immagini e le investigazioni degli agenti hanno permesso di identificare i tre componenti della banda, tutti nati nel 1970 e con origini sarde: Aldo Vacca, Massimiliano Orrù e Marco Pusceddu. Ai tre vengono contestate le accuse di rapina, porto d’armi abusivo e ricettazione. Due di loro sono in carcere, ad Orrù (residente a Ospitaletto) sono stati concessi i domiciliari visto che non aveva precedenti penali.
    a.c.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome