Il Pd abbandona l’aula

    0

    Un gesto forte: abbandonare l’aula del consiglio comunale un attimo prima della discussione in merito ai progetti di urbanistica. Il Pd cittadino se ne va in segno di protesta e non partecipa al voto sulle variazioni al Pgt, la maggioranza va avanti per la sua strada e approva il progetto sulla riqualificazione della ex sede dell’Enel.
    Cosa c’è che non va? Secondo Claudio Bragaglio e i suoi la giunta avrebbe da tempo esautorato il consiglio comunale preferendo affidarsi a tv e giornali per la presentazione dei progetti, come appunto quello della sede Enel o della cittadella dello sport di Buffalora. Secondo gli esponenti del Pd l’amministrazione si muoverebbe con troppa disinvoltura, dando per scontata l’approvazione di progetti importanti per la città ancora prima di aver discusso la modifica del Pgt o ancora prima del passaggio nelle commissioni. Paroli rigetta le accuse: secondo il sindaco il pragmatismo e l’efficienza della sua giunta non sono certo da criticare.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. "L’efficenza" è certo un merito ma solo se prima c’è confronto e ricerca del bene comune attraverso l’ascolto anche dei consiglieri comunali di minoranza che sono comunque espressione del voto di moltissimi cittadini, altrimenti "l’efficenza" diventa arroganza politica.
      Se non vi è possibilità di confronto in consiglio e nelle commissioni bene hanno fatto i consiglieri di minoranza ad uscire dall’aula.

    LEAVE A REPLY