Un milione per il diritto allo studio

    0

    Nel corso dell’ultima seduta che si è tenuta una ventina di giorni fa, il Consiglio Comunale di Roncadelle ha approvato il “Piano per il Diritto allo Studio” relativo al prossimo anno scolastico. Il Piano contiene la programmazione degli interventi rivolti ai 1.066 alunni iscritti alle scuole presenti sul territorio (239 alla scuola materna statale; 83 alla scuola materna Cismondi; 478 alla scuola primaria e 266 alla scuola secondaria di primo grado).

    Gli interventi contenuti si dividono in due categorie: i servizi che vengono organizzati direttamente dall’Amministrazione Comunale per rispondere a determinati bisogni (mensa, doposcuola, scuola bus ecc.) e i contributi erogati agli istituti scolastici ed ai privati (borse di studio, assegni, fornitura libri di testo ecc.). La previsione di spesa complessiva prevista dal Piano per quest’anno è di circa 960.000 Euro, contro i 860.599 Euro spesi lo scorso anno, con un aumento, quindi, di oltre l’11%.

    Tra i servizi più richiesti, al primo posto troviamo la mensa, in particolare per quanto concerne la scuola primaria. Gli iscritti al servizio quest’anno sono 333 contro i 282 dello scorso anno scolastico. L’incremento è ormai un trend costante in questi ultimi anni; per questo si è reso necessario attivare, per la prima volta, il doppio turno per accogliere tutte le richieste. Questo significa che due gruppi mensa (classi quinte) mangeranno alle 13.15 con i ragazzi della scuola secondaria. “Questa misura, sicuramente non comoda, si è resa necessaria per soddisfare le domande – afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Gianni Gorno – anche se da noi, vista la capienza del refettorio, coinvolge un numero minimo di bambini”. Da una ricerca fatta sulle mense dei comuni limitrofi risulta infatti che il doppio turno è usato già da tempo e interessa un numero di bambini più ampio, viste le ridotte capacità dei diversi refettori presenti.

    Un altro servizio che riscontra un forte incremento di utenti è lo scuolabus (i bambini che lo utilizzano sono passati da 87 a 96). “Questo ha reso necessaria un’attenzione particolare allo studio dei percorsi e alla sicurezza degli alunni trasportati” prosegue l’Assessore Gorno; per le corse della primaria e secondaria è stato, infatti, stipulato un nuovo contratto con una cooperativa che garantisce la sorveglianza su tutte le corse con personale specializzato. Nella logica di favorire modalità di trasferimento sane ed ecologiche, verrà riattivato il servizio del Bus Millepiedi e dei Sabati a piedi per incentivare i nostri ragazzi a raggiungere la scuola a piedi e in sicurezza.”

    Il Piano inoltre interviene a sostegno dei diversi progetti elaborati dalle varie scuola con l’obiettivo di arricchire il percorso didattico dei ragazzi. Proseguono iniziative avviate gli scorsi anni come il Consiglio Comunale dei Ragazzi, il Progetto Europa o come il progetto di Promozione alla Lettura di Bi.Bliò (la biblioteca comunale 0-8 anni) che ogni anni vede coinvolti i bambini dal Nido fino alla scuola secondaria. Tra le novità di quest’anno invece si segnala un progetto di educazione ambientale, iniziato a fine anno scorso, che prosegue con il concorso TrendArte che coinvolgerà le classi della primaria e secondaria per realizzare delle opere artistiche attraverso l’utilizzo di materiale riciclato. Infine il progetto “Parole per raccontarmi” nella Scuola Secondaria che si rivolge ai nuovi ragazzi stranieri inseriti nella scuola. Il progetto, in collaborazione con l’istituto Razzetti di Brescia, prevede un corso intensivo di italiano (tre settimane presso l’istituto e una di inserimento a scuola) durante le quali, con un metodo innovativo, ci si pone l’obiettivo di insegnare ai ragazzi la nostra lingua (700/800 vocaboli base) in modo da essere facilitati nel percorso di accoglienza.

    La spesa sul diritto allo studio anche quest’anno rappresenta una delle nostre priorità – dichiara il sindaco Michele Orlando – consapevoli che investire nella scuole significa investire sul futuro della società. E noi lo vogliamo fare dedicandovi non poche energie, visto che quest’anno investiremo una cifra vicina al milione di Euro.”

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY