Motocross: week-end indimenticabile

    0

    Per due giorni il comune di Castrezzato è stato l’ombelico del mondo per quanto riguarda il moto-cross: 111 piloti di 37 differenti nazionalità si sono dati battaglia sulla pista dell’autodromo di Bonara per il trofeo Red Bull Motocross of nations. A detta di molti la gara è stata la più bella di sempre tra le 63 edizioni del "Nations". Pista solitamente destinata alle auto da corsa su asfalto, pista trasformata da 5 mesi di intenso lavoro per allestire un percorso da cross su terra. Una scommessa vinta dai titolari dell’autodromo Ettore e Stefano Bonara, uno strepitoso successo di pubblico (oltre 70mila le presenze, biglietto d’ingresso valido per tre giorni al costo di 70 euro) e in pista uno spettacolo indimenticabile per gli appassionati di questo sport. Giunti da ogni parte d’Europa con camper (più di 2500) e pullman (almeno 1600) i tifosi non sono rimasti delusi dalle prestazioni dei "pazzi" motociclisti. Peccato solo per la sfortuna dei piloti di punta italiani, Antonio Cairoli e Davide Guarneri, costretti al ritiro per causa di altri. Per la cronaca: gara vinta dagli Stati Uniti davanti alla Francia e al Belgio; Italia sesta appena dietro a Germania e Gran Bretagna e davanti ad Australia e Estonia.
    Tra poco più di un mese l’asfalto del tracciato ritornerà pulito, non prima però di una gara organizzata per eneficenza che si disputerà entro fine novembre.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY