Romeno in bici muore travolto da Bmw

    0

    Una strada che negli ultimi mesi è stata teatro di numerosi incidenti, spesso sono state coinvolte biciclette e purtroppo gli scontri hanno avuto conseguenze tragiche.
    L’ultima tragedia sulla strada Chiari-Castrezzato è avvenuta nella serata di ieri: Clement Dobos, cittadino romeno di 39 anni residente a Chiari in via Pontoglio, ha perso la vita quando con la sua mountain bike stava percorrendo via Castrezzato e si trovava nei pressi del cimitero di Chiari. Ad investirlo una Bmw guidata da E.F., coetaneo della vittima residente a Castelcovati. Ancora da chiarire le dinamiche dello scontro, i due mezzi procedevano nella stessa direzione e pare che la vittima abbia urtato contro la parte anteriore dell’auto sbattendo la testa sul cofano e non trovando scampo. Clement Dobos è deceduto non appena è arrivato nell’ospedale di Chiari.
    Una strada battuta, una strada di pochi chilometri che collega due paesi confinanti, percorsa da decine di biciclette al giorno. Possibile che mai nessuno abbia pensato a realizzare una pista ciclabile? A volte prima di superstrade e alta velocità bisognerebbe pensare ai cittadini che vanno in bici.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. l\’investitore aveva un tasso alcolemico al doppio del consentito.
      se l\’investitore fosse stato rumeno ed il morto italiano il titolone sarebbe stato RUMENO UBRIACO UCCIDE ITALIANO

    2. l\’investitore aveva un tasso alcolemico al doppio del consentito.
      se l\’investitore fosse stato rumeno ed il morto italiano il titolone sarebbe stato RUMENO UBRIACO UCCIDE ITALIANO

    3. concordo con mario. nella tragedia di Lamezia terme era un rumeno l\’investitore e qui ad Arezzo la scorsa settimana un sessantenne italiano ha ucciso un rumeno di 24 mentre rientrava a casa in bici, di notte.

    4. è terribile… concordo con Mario. A Lamezia Terme era un rumeno che ha investito i 7 ciclisti. L\’altra settimana ad Arezzo un aretino ha investito un ragazzo rumeno uccidendolo…

    LEAVE A REPLY