Spaccio e clandestinità: sette arresti

    0

    I Carabinieri del Comando Compagnia di Brescia hanno svolto nelle ultime

    ore un servizio straordinario di controllo del territorio, coordinato

    dal superiore Comando Provinciale, con l’impiego in massa di militari

    dell’organizzazione territoriale, supportati da pattuglie della

    Compagnia di Intervento Operativo e da unità del Nucleo Carabinieri

    Cinofili di Orio al Serio (BG). Il servizio si è concentrato in città,

    con particolare attenzione verso i parchi pubblici cittadini, ed ha

    portato complessivamente all’arresto di 7 persone e alla denuncia a

    piede libero di altre 4.

    In particolare, due extracomunitari, un 41enne indiano ed un 22enne

    pakistano, entrambi clandestini pregiudicati, sono stati colti nella

    flagranza di spaccio di circa 50 grammi di sostanza stupefacente del

    tipo hashish, sottoposta a sequestro. Un marocchino, 25enne clandestino,

    è stato invece arrestato in quanto colto in flagranza mentre tentava di

    asportare un jeans, del valore di circa 100 euro, da un esercizio

    commerciale posto all’interno del "Freccia Rossa"; l’uomo, scelto da uno

    scaffale il capo di abbigliamento lo ha indossato in camerino e quando

    ha cercato di raggiungere l’uscita è stato bloccato dai militari nel

    frattempo giunti sul posto in quanto allertati tramite 112 dal personale

    addetto alla vigilanza.

    Inoltre, i militari hanno tratto in arresto un cittadino bulgaro di 26

    anni trovato in possesso di documenti d’ identità di nazionalità bulgare

    palesemente contraffatti. Altre due persone, entrambe bresciane, di 38 e

    70 anni, sono stati arresti in esecuzione di altrettanti ordini di

    carcerazione emessi dall’Autorità Giudiziaria dovendo scontare, il

    primo, una pena di un anno e 5 mesi di reclusione per furto aggravato e

    ricettazione, il secondo, una pena di un anno e 3 mesi in quanto

    condannato per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla

    truffa.

    Infine, altri 4 extracomunitari sono stati denunciati per violazione

    sulla legge sull’immigrazione ed accompagnati in Questura per la

    successiva espulsione mentre un egiziano 23enne, clandestino, è stato

    arrestato per non aver ottemperato all’ordine del Questore di lasciare

    lo Stato Italiano entro 5 giorni.

    Tutti gli arrestati sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale

    di Brescia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY