Presi ladri di sigarette

    0

    I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Salò, nel corso di predisposti servizi serali e notturni finalizzati al controllo del territorio ed in particolar modo alla prevenzione e repressione di reati di natura “predatoria”, quali furti nelle abitazioni e negli esercizi pubblici, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di “furto aggravato”: Coppola Massimo 30enne e GAIANI Philippo, 33enne, entrambi piemontesi, nullafacenti.

    In particolare, poco dopo la mezzanotte di sabato scorso, giungeva presso la Centrale Operativa del Comando Compagnia di Salò, una telefonata da parte del titolare di una tabaccheria del luogo, che segnalava un furto in atto da parte di due persone presso il distributore di sigarette situato al di fuori della sua attività commerciale. Scattato l’allarme, veniva predisposto il collaudato piano di controllo del territorio salodiano, con l’invio delle pattuglie di carabinieri, che cinturavano la zona interessata. Giunti velocemente sul posto, i militari venivano a conoscenza che i due, dopo aver perpetrato il furto, si erano allontanati a bordo di un’utilitaria. Acquisite le informazioni necessarie e posto in atto il predisposto piano antirapina i due venivano intercettati sulla tangenziale Salò-Brescia a bordo dell’autovettura segnalata e, dopo un breve inseguimento, bloccati da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile. Immediatamente perquisiti venivano trovati in possesso di un sacco di cellophane contenente numerosi pacchetti di sigarette e monetine in precedenza asportati dal distributore.

    Condotti in caserma, anche a seguito dell’estrapolazione delle immagini acquisite dal sistema di videosorveglianza in dotazione alla tabaccheria, che li immortalavano durante l’azione criminosa, i due venivano tratti in arresto. Nel proseguo dell’attività investigativa, il Coppola Massimo veniva altresì identificato come l’autore di altri 3 furti perpetrati nelle ultime settimane ai danni del medesimo distributore di sigarette.

    I due arrestati, nella giornata di sabato, giudicati con rito direttissimo da parte dell’Autorità Giudiziaria, a seguito di richiesta di patteggiamento, venivano condannati a mesi 4 di reclusione.

    Le indagini proseguono perché non si esclude che i due possano essersi resi responsabili di altri furti, perpetrati con il medesimo modus operandi, ai danni di distributori collocati nel territorio.

    L’intensificazione e l’esecuzione dei servizi di controllo del territorio, durante l’arco notturno, sarà assicurata da parte dei carabinieri del Comando Compagnia di Salò, in modo da garantire ai cittadini maggiore sicurezza e tranquillità.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY