Una festa virtuosa

    0

    Pochi rifiuti prodotti, raccolta differenziata spinta e inquinamento sonoro ampiamente entro i limiti tollerabili.
    Questi i dati diffusi da Umberto Gobbi, coordinatore dell’emittente "antagonista" bresciana che ogni anno in agosto organizza la festa più controversa della provincia. Bene, a distanza di due mesi dalla festa ieri Gobbi ha diffuso i dati relativi ai rifiuti prodotti che, monitorati da Aprica che si occupa della raccolta, hanno suscitato un po’ di sorpresa. Già perché il Comune certo non si aspettava di dover addirittura restituire alla Radio parte della caparra richiesta per la pulizia della zona feste, 2.600 euro come anticipo dei 6.000 totali richiesti. E Aprica che invece ha calcolato in 1.425 euro la spesa extra per la pulizia e il ritiro dell’immondizia.
    Una soddisfazione per Umberto Gobbi che subito ha tenuto a precisare che cade l’unico appiglio sul quale può fare leva il Comune per impedire la futura realizzazione della festa. L’altro, l’inquinamento acustico, è stato smentito dai dati della centralina posizionata dai tecnici comunali nei pressi della festa: rilevazioni sempre inferiori di almeno 10 decibel alla soglia massima consentita.
    a.c.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    LEAVE A REPLY