Il cricket agita la seduta

    0

    Doppia interruzione nella seduta del consiglio comunale di ieri pomeriggio.
    La presindente Simona Bordonali ha dovuto sospendere i lavori la prima volta per la questione ambientale che da mesi ormai agita i cittadini di Buffalora, che non si rassegnano alla scelta del sito per ospitare una discarica di amianto. Se si aggiunge il fatto che in zona si avrà la costruzione del polo logistico Italgros si capiscono i motivi di preoccupazione dei cittadini. Dopo l’interruzione e il trambusto generatosi i cittadini sono stati accompagnati fuori dall’aula, assieme alle loro magliette "No amianto".

    La seconda interruzione dopo tre ore dalla prima: manifestanti dell’associazione Diritti per tutti, assieme a immigrati di India, Pakistan, Bangladesh e Sri Lanka, hanno attirato l’attenzione dei consiglieri con cartelli inneggianti la libertà di giocare a cricket, sport nazionale nei paesi di provenienza degli stranieri. Dopo non pochi tentativi i protestanti hanno lasciato l’aula, ma solo dopo aver ricevuto la promessa dal vicesindaco Rolfi di un incontro, che si terrà oggi alle 11. La vicenda ha origine all’inizio della scorsa estate quando un gruppetto di giocatori di cricket, tra cui un ragazzo che gioca nella sua nazionale, sono stati multati perché si stavano allenando in un parco cittadino, espressamente vietato dal regolamento di polizia municipale. Da allora gli stranieri protestano, chiedendo uno spazio pubblico dove poter praticare.
    Au.Bi.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY