Pd al congresso provinciale

    0

    Il Partito Democratico, dopo aver scelto il proprio segretario nazionale con le primarie che hanno visto una straordinaria partecipazione di popolo, a Brescia si accinge a darsi i propri segretari provinciale e cittadino utilizzando il medesimo democratico sistema. Il 17 gennaio 2010 i cittadini democratici bresciani con le primarie decideranno quali saranno i prossimi segretari locali. La decisione della direzione bresciana del P.D. di utilizzare le primarie aperte a tutti i cittadini anche per il segretario cittadino è stata votata a grandissima maggioranza, come a chiudere quella “querelle” che ci aveva divisi tra fautori delle primarie in modo diffuso e coloro che preferivano non utilizzarle per le scelte interne al partito.Credo che ciò sia stato determinato dalla bella e grandissima affluenza alle primarie del 25 ottobre. Bene così! Credo che finalmente le primarie siano diventate per tutti un punto fermo dal quale non arretrare. Quello del 17 gennaio sarà un appuntamento importante che, fino ad oggi, si è svolto con spirito unitario. I candidati che fin’ora hanno deciso di mettersi a disposizione per questi incarichi  lo hanno fatto con l’approccio giusto e necessario. A Brescia, come nel resto del Paese, serve un Partito Democratico che si sappia proporre come forza riformista in grado di dare risposte adeguate alla crisi che stiamo attraversando. Un partito che sappia dire con forza tutti i no necessari, ma anche tutti quei sì utili alla crescita, che sappia dare battaglia con originalità, ma sempre con concretezza e nel contempo sia in grado di valutare le proposte degli avversari politici senza pregiudizio alcuno, pronto a condividerle se utili alla collettività. In poche parole abbiamo bisogno di un partito normale, come i tanti che sono presenti in Europa. E’ anche per questo che sarà importante che i cittadini democratici bresciani partecipino anche a queste primarie del 17 gennaio. Perché solamente la partecipazione e la vicinanza al Partito Democratico dei tanti suoi iscritti ed elettori potrà dare un concreto aiuto al P.D. Giorgio De MartinSegretario cittadino del Partito Democratico

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Giorgio De Martin è sicuramente un valore aggiunto per il PD bresciano che, parafrasando Bersani, la ditta deve valorizzare per non arretrare sul mercato politico.
      Dopo la sconfitta delle comunali del 2008, De Martin ha rapidamente costruito una rete aperta anche alla società civile capace di essere di contrasto e propositiva in Consiglio comunale e nella realtà sociale cittadina: tutti, amici e nemici, hanno percepito una presenza assidua, dinamica e battagliera.
      I risultati si sono visti alle ultime europee 2009 dove il PD ha anche ottenuto il primato di primo partito cittadino.
      Con De Martin alla guida il PD cittadino può sicuramente costruire l\’alternativa alla giunta Paroli/Rolfi nel 2013 e portare al governo della città di Brescia un nuovo gruppo dirigente capace e motivato nel fare l\’interesse della comunità.

    2. La nostra forza democratica espressa anche dalle primarie è vista dai nostri avversari come segno di debolezza e mancanza di coesione. Forse perche loro hanno un pò paura di primarie e cianfrusaglie del genere, magari si rischia la lesa maestà. Però noi dopo queste belle manifestazioni di vera volontà popolare non pilotata, dobbiamo dare un\’idea di compattezza pur con punti di vista non sempre coincidenti. Sarà difficile , ma io ci credo in un partito cosi bistrattato e cosi indispensabile a questa nostra democrazia per divenire finalmente matura.

    3. Sulle primarie sono più che d\’accordo. Sulla proposte del Partito,sogno che si riesca a parlare di POLITICA ALTA, nel senso di proporre scelte alte di visione della città, della Nazione, dell\’Europa, del Mondo. Riuscire a dire, ad esempio, che è meglio vivere insieme da cittadini e Concittadini piuttosto che da nemici, meglio senza auto e con aria pulita, che con puzzo di benzina dappaertutto. Meglio conoscere altri modi di pensare, di vivere, di parlare, di credere, piuttosto che crogiolarsi guardandosi l\’ombelico credendo con ciò di vivere la migliore dellle vite…Al Congresso Provinciale vorrei poter votare per chi, uomo o tanto meglio donna, ci \"sollevi\" più in alto dal pantano cui ci costringono i nostri amministratori.

    4. Un buonissimo lavoro per le primarie.
      Mi raccomando un forte programma che sappia far ancora sognare nella possibilità di cambiamento!
      😀
      Louise

    5. LA FORZA DEMOCRATICA E ANCHE LA CAPACITA\’DI NON ABUSARE DEGLI ELETTORI.PRIMARIE SI MA PER APPUNTAMENTI IMPORTANTI.CANDIDATURE NAZIONALE REGIONALE SINDACO.LA PARTECIPAZIONE E\’IMPORTANTISSIMA NON ABUSIAMONE.

    6. Giorgio De Martin interpreta bene,con coraggio, umiltè e curvatura unitaria, la volontà di far quadrato e partito accanto ai Cittadini con l\’obbiettivo di ricostruire quella CIVITAS del buon governo basata sui fondamentali valori di solidarietà e partecipazione. Perderne la guida cittadina sarebbe un errore.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome