Curva Nord: sì all’azionariato popolare

0
Rigamonti
Rigamonti

Una squadra di calcio è un patrimonio per la città, che appartiene simbolicamente a tutti. Come già accade in altre realtà sportive internazionali – un esempio per tutti il Barcellona – i tifosi possono diventare protagonisti, responsabili, insieme alla dirigenza, dell’andamento e del futuro della squadra di bandiera. E’ questo il pensiero alla base della proposta di azionariato popolare avanzata dalla Curva Nord Brescia 1911 per uscire dalla crisi che sta attanagliando da ormai troppo tempo il Brescia Calcio, costantemente alle prese con la mancanza di fondi, privo di prospettiva, senza una reale e valida alternativa per il dopo Corioni. Certo la Curva Nord non ha in mente di trasformare i tifosi in dirigenti. Vuole solo dare una possibilità alla squadra di guardare al futuro con un progetto reale, condiviso dagli appassionati del pallone e dalla città tutta. L’esperienza del Barcellona, con i suoi 163mila soci, è stata un successo. La Curva Nord è convinta che anche Brescia possa vincere la sua sfida. E’ necessario però l’appoggio delle istituzioni, della stampa, della gente perchè questa proposta non resti solo un sogno.

Comments

comments

LEAVE A REPLY