Sabato la festa dei gattari

    0

    I volontari hanno organizzato un Aperitivo Gattosolidale presso l’Happy Bar di Via Ducco a Brescia, dalle 15 alle 19, per raccogliere fondi a favore dei tanti mici che accudiscono presso il Gattile Oasi Avar

    Sembra ieri ma sono passati ben 10 anni dalla nascita dell’Avar Associazione Volontari Amici Randagi di Brescia, l’associazione (non a scopo di lucro) infatti è nata nel 1999 su idea di un piccolissimo gruppo di amici che uniti dall’amore verso i felini , in particolare quelli più sfortunati cioè i gatti abbandonati , decise di concretizzare questa loro passione , costituendo l’Avar . Da quel giorno sono stati fatti tantissimi progressi, non sempre facili da realizzare anche perchè il sogno più grande fin dal principio era quello di realizzare una struttura che potesse accogliere i gatti abbandonati in attesa di trovare loro una collocazione presso famiglie adottive.L’associazione è nata infatti con lo scopo di arginare il fenomeno dell’abbandono felino e tutelare i gatti abbandonati sia con campagne di sensibilizzazione sia con interventi “pratici” come la realizzazione del’Oasi, la sterilizzazione di colonie feline, la creazione di una banca-dati delle segnalazioni di gatti persi o ritrovati che ogni giorno pervengono all’associazione, la realizzazione del sito web www.avar.it ricco di curiosità ma anche di informazioni utili tra le quali anche quelle relative alla normativa vigente che tutela gli animali d’affezione,senza dimenticare tutte le iniziative che l’associazione organizza per raccogliere fondi da destinare ai gatti che accudisce.

    Nel 2005 , dopo anni di costante impegno , quello che inizialmente pareva essere solo un sogno è diventato realtà, a giugno è stato infatti inaugurato il Gattile Oasi Avar , una struttura a “misura” di gatto, fortemente voluta e realizzata autonomamente dall’associazione. Non è stato semplice realizzarla perchè l’associazione vive esclusivamente autofinanziandosi e non gode di nessun tipo di contributo da parte di enti o istituzioni, ma grazie al Comune di Brescia che nel 2002 ha concesso in affitto un’area verde nel Parco del Mella e grazie alle offerte libere di tanti cittadini il progetto è stato finalmente portato a termine ed essendo in possesso di tutti i requisiti richiesti è stato classificato struttura zoofila .

    Sono davvero tantissimi i gatti che in questi anni sono stati accolti in gattile ed hanno trovato una famiglia adottiva, un impegno non indifferente anche economicamente visto che tutti vengono vaccinati,sverminati,trattati con antiparassitari,sterilizzati, testati Fiv-Felv e dal gennaio 2009 con l’inaugurazione del Progetto “Microchip anche per micio” vengono anche tutti microchippati ed iscritti presso l’anagrafe felina della Regione Lombardia.

    Pochi mesi fa , esattamente ad agosto, l’Avar ha aderito ad un’importante accordo sottoscritto tra il Comune ed il Tribunale di Brescia , accordo che prevede che i condannati per reati minori possano svolgere gratuitamente attività di pubblica utilità in associazioni, un traguardo importantissimo perché per la prima volta le associazioni che si occupano di animali vengono riconosciute come misure di utilità sociale.

    Attualmente l’Avar ha iniziato una nuova esperienza nel campo del sociale, una collaborazione con l’Anffas . Ogni martedì personale qualificato si reca all’Oasi con un gruppo di disabili che ,affiancati dai nostri volontari , impara a relazionarsi con i gatti , uno stimolo per migliorare i contatti interpersonali e recuperare alcune abilità che queste persone possono aver perduto. Un momento di integrazione che fa bene anche ai nostri mici che non perdono occasione per farsi coccolare.

    Per i 10 anni dell’associazione i volontari dell’Avar hanno organizzato per Sabato 21 novembre un Aperitivo Gattosolidale presso l’Happy Bar di Via Ducco (BS), dalle 15 alle 19, un pomeriggio all’insegna della solidarietà per raccogliere fondi a favore dei mici ospitati presso l’Oasi Avar , un momento d’incontro per chi ama i felini e scambiarsi esperienze e curiosità , rivedere i “genitori” dei tanti mici adottati, conoscere personalmente chi ci sostiene e chissà magari anche per mettere le basi di nuove iniziative a tutela dei mici abbandonati.

    Per qualsiasi informazione contattare la responsabile Monticelli Marina al 339 4206389

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY