Monti, altra sfida verità

    0

    Il Montichiari è tornato al lavoro a pieno ritmo dopo la brevissima pausa di cui ha meritatamente goduto dopo il preziosissimo successo colto domenica scorsa nella sfida casalinga con un Union Quinto davvero mai domo. Per la squadra allenata da Renzo Gobbo un vero e proprio esame della verità superato a pieni voti, seguito, però, senza la minima interruzione, da un altro confronto di grande rilievo in chiave futura come quello che per il prossimo turno porterà la compagine rossoblu in visita ad un avversario da prendere decisamente con le molle come il Montebelluna. Un’altra rivale trevigiana e, soprattutto, un’altra formazione che, a parte la battuta d’arresto rimediata proprio nell’ultimo turno con l’Este, ha sempre fatto vedere buone cose, dimostrando di poter ambire ad un posto nella parte alta della classifica. Sul cammino del Montichiari, dunque, si prospetta un nuovo ostacolo di tutto rispetto, l’ennesimo esame da superare a pieni voti, anche perché in vetta alla graduatoria lo stesso Este ed il Tamai (per non parlare del temibile Venezia) non sbagliano letteralmente un colpo ed obbligano chi intende coltivare dolci sogni di gloria a procedere a “vele spiegate”, senza concedersi neppure il più piccolo rallentamento. E’ con questa precisa consapevolezza che Mister Gobbo ed i suoi giocatori hanno cominciato il loro programma di lavoro settimanale, più che determinati a prepararsi nel migliore dei modi per presentarsi nelle condizioni ideali in casa del Montebelluna e poter così allungare la serie di vittorie consecutive che domenica scorsa con l’Union Quinto ha inanellato il suo quarto tassello di fila. Una sequela da continuare con tutta la volontà e la determinazione possibili, proprio per mantenere il Montichiari nell’orbita delle posizioni che contano e per consolidare ulteriormente il valore di una formazione che si sta calando sempre di più nella mentalità che occorre per fare bene in serie D. In questo senso può essere considerata emblematica la vittoria conquistata al Menti con l’Union Quinto, tre punti che sono giunti al termine di una gara nella quale i rossoblu hanno saputo passare ben presto in vantaggio, dimostrando così una preziosa concretezza che però non è bastata per chiudere anzitempo le sorti della contesa. I giocatori di Gobbo hanno così dovuto subire il veemente ritorno dei veneti, che hanno giocato davvero il tutto per tutto pur di riacciuffare la parità. Capitan Baresi e compagni, tuttavia, non si sono persi d’animo e, pur senza riuscire a trovare la ripartenza giusta (anche se il contropiede di Muchetti ad inizio ripresa avrebbe potuto ricevere un giudizio ben diverso dall’arbitro), hanno stretto i denti ed hanno mantenuto ben stretto sino alla fine il fondamentale risultato. Un precedente da far fruttare e da imitare nel prosieguo di un torneo che si conferma sempre di più tirato e combattutissimo, nel quale non fanno la differenza tanto la bella giocata e una certa pressione offensiva, ma dove giocano un ruolo determinante la concretezza e il cuore. In questa direzione la squadra del presidente Maurizio Soloni ha compiuto un passo in avanti prezioso e punta ora a fare di questa mentalità il suo illustre biglietto da visita nella corsa verso la promozione. Intenzioni e propositi che dovranno venire confermati domenica a Montebelluna e proprio per questo Gobbo ed i suoi giocatori hanno cominciato a ritmo sostenuto questa nuova settimana di lavoro. Le condizioni del gruppo sono sostanzialmente buone, così come positivo è il morale di un gruppo che non solo sta facendo bene, ma sta comprendendo, partita dopo partita, tutto il suo valore. E’ questa la strada che può portare i rossoblu a conquistare tante belle soddisfazioni, ma per procedere in questa direzione bisogna spalancare la porta di un avversario tosto e compatto come i trevigiani. Un’impresa che il Montichiari è più che deciso a trasformare in una splendida realtà.                           

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY