Rapina in villa, nomade preso

    0

    Nella periferia di Brescia, nei  pressi di un campo nomadi, i Carabinieri di Aurisina (Trieste) e la Stazione Brescia Lamarmora hanno eseguito un ordine di  custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale ,  a carico di un nomade pregiudicato di 30 anni, ritenuto  responsabile di un “furto in villa” commesso il 15 giugno a Duino (Trieste), all’interno dell’abitazione di un  dirigente d’azienda. Quella mattina il figlio dei proprietari  mentre dormiva era stato svegliato di sobbalzo da un rumore di  vetri infranti proveniente dalla camera da letto dei genitori.  Nel dirigersi verso la stanza il ragazzo si imbatteva in un  uomo, il quale gli chiedeva di stare fermo e di dargli del  denaro. Dinnanzi allo sconcerto del giovane lo sconosciuto si  era poi dato alla fuga attraverso la finestra a vetri che aveva  precedentemente infranto facendo perdere le proprie tracce.  L\’uomo era riuscito comunque ad asportare monili, preziosi e  gioielli in oro per un valore di circa 20mila euro.  L\’individuazione del malfattore è stata possibile grazie alla  \’memoria fotograficà del giovane.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome