Denunce anche a Brescia?

    0
    Bsnews whatsapp

    Dopo la notifia cell’avviso di garanzia indirizzato al presidente della Regione Roberto Formigoni, al sindaco di Milano Letiza Moratti e al presidente della Provincia di Milano Guido Podestà gli avvisi potrebbero arrivare anche a Brescia.

    82 i giorni nel 2009 in cui a Milano si è superato il limite massimo consentito di polveri sottili nell’aria, già 93 a Brescia contro il tetto consentito dall’Ue di 35 giorni. E gli ambientalisti avrebbero pronta una denuncia analoga a quella milanese che ha come motivazione il "getto pericoloso di cose", cioè polveri sottili PM10. La sanzione massima per tale reato è pari a 206,58 euro, non certo una somma stratosferica, ma ciò che conta sarebbe l’effetto di una condanna.

    Il sindaco di Chiari, senatore Sandro Mazzatorta, reagisce alla notizia della denuncia milanese autodenunciandosi a sua volta. Secondo il primo cittadino leghista sarebbe pericoloso prendersela solo con gli amministratori che, non obbligati ad installare centraline di rilevamento, potrebbero persino decidere di togliere quelle che già hanno installato. A Chiari i superi di polveri sottili sono stati nell’inverno 2008/2009 ben 40.
    a.c.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI