Vicino l\’accordo di dimensionamento

    0

    Il piano di dimensionamento delle scuole superiori a Brescia e provincia sembra ormai quasi del tutto definito. L’assessorato alla pubblica istruzione di Brescia, l’ufficio scolastico provinciale  e la quasi totalità dei comuni e dei dirigenti scolastic si è trovata d’accordo sulle proposte che, una volta definite in tutte i dettagli, andranno presentate per l’approvazione definitiva alla Regione. L’accordo prevede tra l’altro la presenza di un solo liceo tecnologico per la città e le altre 5 aree provinciali. Ciò ha comportato la necessità di toglierlo all’Itis Castelli trasferendolo al liceo Leonardo. Un’eccezione, per problemi logistici, riguarderà la Vallecamonica dove verranno mantenuti entrambi i licei tecnologici di Edolo e Darfo. Forse rappresenterà un’eccezione anche la Bassa, dove si fatica a scegliere se mantenere il tecnologico di leno o di Ghedi. Può darsi che in questo caso, a incidere sull’assetto organizzativo finale, finirà per pesare l’obbligo di avere classi di 27 alunni, a scapito di Ghedi. Sul Garda non sono previsti accorpamento e in Franciacorta i nodi sono stati sciolti. In particolare si è deciso di assegnare il liceo tecnologico a Palazzolo e di dare a Rovato un liceo classico.

     

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Come insegnante del Liceo Tecnologico del\"Castelli\" da più di dieci anni, mi trovo in totale disaccordo con la decisione della Provincia di privare il Castelli del Liceo Tecnologico. Il Liceo Castelli costituisce una ricchezza ed un valore aggiunto anche per l\’istituto tecnico,grazie alla sinergia con lo stesso ha prodotto negli anni risultati di grande qualità, testimoniata dagli ex studenti che hanno concluso i loro studi e che ora, grazie alle competenze eccellenti acquisite,apportano il loro contributo al mondo del lavoro.L\’ubicazione del liceo tecnologico in una sede diversa, che non possieda la stessa dotazione tecnologica del Castelli, priva l\’esistenza del liceo stesso del suo senso.

    LEAVE A REPLY