Tutto bene… fino al 90°

    0
    Bsnews whatsapp

    Gara interna contro l’Empoli che occupa i piani alti della classifica. Occasione ideale per riscattarsi dopo le 4 pappine di Reggio Calabria. Bella gara, Brescia avanti grazie a due gol di un ottimo Andrea Caracciolo. Sembra tutto finito, i (pochissimi) spettatori sugli spalti e i giocatori sono pronti a godersi un week-end lungo coi tre punti in tasca e invece, proprio al 90° l’arbitro condece un penalty all’Empoli per l’atterramento in area di Eder da parte di Rispoli. Lo stesso brasiliano non fallisce e l’Empoli pareggia, senza rubare nulla peraltro. Peccato, non era facile fermare il lanciatissimo Empoli, non era facile riscattarsi dalla batosta di Reggio, e per poco il Brescia non ci riusciva.

    L’Empoli parte meglio e al 9’ colpisce il palo con Pasquato, bravo a liberarsi dalla marcatura di De Maio ma sfortunato nella conclusione. Lentamente le Rondinelle incominciano a carburare, soprattutto la premiata ditta Caracciolo-Possanzini, protagonista in entrambe le reti del Brescia: il finalizzatore è l’Airone, prima (27’) con un rasoterra angolato e poi (43’) con un colpo di testa. In mezzo ci sta il pareggio di Eder, abile a sfruttare una imperdonabile disattenzione della difesa avversaria, che al 40’, avanti di un gol, si fa trafiggere in contropiede: Pasquato dalla destra serve il compagno di squadra, il cui sinistro non lascia scampo ad Arcari in uscita.

    Nella ripresa la squadra di Campilongo punge poco, chiede invano un rigore per un atterramento di Coralli ma l’arbitro condece il penalty solo allo scadere: nel secondo dei sei minuti di recupero, con il Brescia in 10 uomini dato l’infortunio di Vass e l’impossibilità per Iachini di operare altri cambi, Eder cade al limite dell’area, toccato da dietro da Rispoli. Dal dischetto il brasiliano risponde alla doppietta di Caracciolo.

    Note dolenti (a parte il pareggio-beffa): solo 2mila tifosi sugli spalti (ma ormai non fa più notizia), la Curva Nord contesta squadra e dirigenza e annuncia un incontro pubblico (venerdì 18 presso il Museo di Scienza di via Ozanam). In un volantino distribuito allo stadio si legge: «Non ci si meraviglia se qualcuno domenica scorsa ha perso le staffe e ha deciso di cantarle forte a chi di fatto sta disonorando la nostra maglia. Ci amareggia oltremodo non solo la rivolta in campo di alcuni "professionisti" così impavidi da sfidarci – a debita distanza – per poi sottrarsi ai giusti confronti (ma la ragione, il coraggio e il rispetto tanto predicati dagli stessi giocatori negli ultimi mesi dove sono finiti?), ma piuttosto certe reazioni fuoricampo irrazionali e infantili degli stessi calciatori, alla ricerca continua di alibi per sfuggire alle responsabilità».

    Il tabellino:

    BRESCIA 2
    EMPOLI 2

    Brescia: Arcari, Zambelli (39’ st Berardi), De Maio, Mareco, Dallamano, Rispoli, Paghera (24’ st Vass), Baiocco, Lopez, Possanzini (8’ st Taddei), Caracciolo. (Viotti, Della Rocca, Varga, Kozak). All. Iachini.

    Empoli: Bassi, Vinci (27’ st Antonazzo), Angella, Stovini, Gulan, Marianini, Vannucchi (39’ st Cesaretti), Valdifiori, Pasquato (13’ st Musacci), Coralli, Eder. (Dossena, Kokoska, Jacoponi, Degiorgio). All. Campilongo.

    Arbitro Valeri di Roma.

    Reti: Caracciolo al 27’ e 43’ pt; Eder al 40’ pt e al 48’ st (rigore).

    Note: cielo variabile, temperatura nella media stagionale, terreno pesante ma in buone condizioni. Calci d’angolo: 5-2 per il Brescia. Ammoniti: Pasquato, Valdifiori, Taddei, Gulan per gioco falloso; Eder e Possanzini per comportamento non regolamentare. Recupero: 1’ e 6’.

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI