Futuristi in Queriniana

    0

    Si è svolta oggi alla presenza dell’assessore alla Cultura Andrea Arcai la presentazione del secondo libro legato al Futurismo dal titolo “Futuristi in Queriniana”, edito dalla Compagnia della Stampa Massetti Rodella Editori. Il volume, curato da Stefano Grigolato, Giovanna Inverardi e Maddalena Piotti con la supervisione di Ennio Ferraglio, è una bibliografia su tutti i documenti di carattere futurista presenti nel sistema bibliotecario civico.

    Poche settimane fa, sempre all’interno delle celebrazioni per il centenario della pubblicazione del manifesto futurista, era stato presentato un altro volume sempre legato alla storia del movimento di Filippo Tommaso Marinetti dal titolo “Brescia motore di modernità”, curato per lo stesso editore da Roberto Chiarini ed Elena Pala. La pubblicazione in questo caso riguarda in particolare le ricadute del Futurismo sull’arte bresciana che non ha avuto veri e propri esponenti nel movimento ma che certamente ne è stata influenzata. La raccolta è soprattutto fotografica e ripercorre le tappe dell’influenza futurista nella nostra società (Mille Miglia, il Reparto Alta Velocità di Desenzano, le celebrazioni bresciane dell’impresa transatlantica di Balbo ecc.).

    Chi volesse acquistare i due volumi li potrà trovare (oltre che alla Queriniana nel primo caso e al Museo Mille Miglia nel secondo) in vendita anche allo spettacolo di martedì 15 dicembre al teatro Santa Chiara dal titolo “Serata futurista”.
    Attore d’eccezione sarà l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Massimiliano Finazzer Flory che leggerà alcuni componimenti futuristi fra i meno conosciuti. Ad accompagnarlo sul palco Massimo Donà, docente di filosofia alla Statale di Milano e musicista per passione, che con la sua tromba improvviserà dei pezzi. La scenografia dello spettacolo sarà interamente composta dalle opere pittoriche del movimento futurista. La serata è a ingresso libero, ma si raccomanda la prenotazione al numero 030 2928620 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30.

    “Il Futurismo ha cambiato la storia dell’arte, ma anche il modo di vivere della gente e la moda. Per questo abbiamo organizzato un anno di celebrazioni per rendere omaggio ad un movimento così importante” ha dichiarato l’assessore Arcai. “Il 2009 è stato un anno di particolare impegno da parte nostra perché abbiamo organizzato eventi di grande importanza. Questo dimostra che la visione culturale del Comune è a 360 gradi e che non abbiamo paura a confrontarci con argomenti di respiro nazionale come questo”.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY