Tempi duri per i clienti delle lucciole

    0

    Il Comune di Brescia ha predisposto un documento-bilancio sull’attività di contrasto al fenomeno della prostituzione svolta durante l’anno 2009. Sono stati 86 i servizi specifici antiprostituzione svolti dal Nucleo di Polizia Giudiziaria della Locale di Brescia nel solo comune capoluogo che hanno portato a 77 foto segnalamenti, 52 denunce a piede libero, 14 arresti, 1 denuncia per favoreggiamento, 10 sanzioni per prostituzione in appartamento e ben 101 sanzioni per divieto di prostituzione in strada (entrambe regolate da ordinanze inserite nel regolamento di Polizia Urbana). Per il 2010 sono state approvate ulteriori misure per continuare l’azione di contrasto del fenomeno, agendo sulla clientela. Quanti hanno l’abitudine di contattare donne che esercitano tale “antico mestiere” devono aspettarsi pene ancora più severe. Oltre, infatti, alla sanzione di 500 euro prevista dal regolamento, d’ora in poi i vigili urbani di Brescia procederanno al sequestro dell’auto. Un’altra disposizione consentirà invece il sequestro dei proventi dell’attività di prostituzione. L’obiettivo è quello di reprimere ancor più efficacemente il fenomeno, quello della prostituzione su strada, già comunque in regressione grazie all’attività svolta fino ad ora. Attraverso avviso pubblico abbiamo comunicato alla città i nuovi indirizzi che il Comando applicherà, relativi al sequestro dell’auto del cliente che si avvicina e si ferma con le “lucciole” nonché la possibilità del sequestro dei proventi. Queste due misure sono molto forti e innovative ma altrettanto necessarie per rafforzare ulteriormente il clima di contrasto al fenomeno della prostituzione, in attesa di un’auspicata riforma legislativa. Ciò che possono fare gli Enti Locali è pertanto agire sulla clientela per disincentivare il mercato e agire con gli strumenti amministrativi vigenti al fine di aumentarne la pressione. Con questi due nuovi interventi, confermiamo la volontà di arginare il fenomeno che è segnale di degrado urbano e cittadino, fonte di proventi per la criminalità organizzata e di sofferenza per molte donne.

       

    Fabio Rolfi

    Vice Sindaco e Assessore alla Sicurezza e Polizia Locale del Comune di Brescia

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Il vice sindaco avrebbe anche annunciato che la prossima misura per debellare definitivamente il fenomeno della prostituzione, consisterà nell\’apporre una luminosa \"lettera scarlatta\" sul petto dell \"lucciole\"
      colte in fragrante ad esercitare il turpe mestiere!

    2. …almeno nella carenza della legislazione cerca di fare qualcosa contro questo fenomeno…che nella maggior parte dei casi nasconde lo sfruttamento di molte donne che non lo fanno per scelta di vita…

    3. Qualche curiosità di livello pratico, cosa si intende per sequestro dei proventi? Ed inoltre, il sequestro dell\’automezzo avviene solo in flagranza di reato, oppure è sufficiente accostarsi alle \"lucciole\" per poter incorrere nella sanzione? In quest\’ultimo caso vi saranno opportune segnalazioni stradali che vieteranno la fermata?

    LEAVE A REPLY