Genitori sul piede di guerra

    0

    Brescia non rispetta il patto di stabilità? Tra le varie conseguenze una è che il Comune non può più assumere personale per scuole dell’infanzia e asili nido cittadini.

    Non è un problema da poco, già la situazione è preoccupante e rischia di aggravarsi sempre di più. In quattro istituti (Battisti, Bettinzoli, San Polo I e Zammarchi) il personale è già ridotto all’osso a causa dei permessi per maternità richiesti dalle maestre, in altri invece si tira avanti a fatica, sperando che gli insegnanti non si ammalino. Il comune non può assumere né spendere denaro per le sostituzioni, e gli asili rischiano la paralisi. L’assessore all’Istruzione Andrea Arcai ha chiesto al Ministero della Funzione Pubblica che le spese per il personale dei servizi assistenziali sia escluso dal vincolo del patto di stabilità: si attende da Roma il parere del Ministro.

    Intanto, oggi pomeriggio, una delegazione di genitori esprimerà la propria preoccupazione direttamente al sindaco Paroli in Loggia.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY