Consegna del Premio della Brescianità

    0

    Dal 1977 nel giorno dei patroni di Brescia vengono consegnati premi a bresciani che si sono distinti nei loro campi d’azione. Il Premio della Brescianità è stato ideato dall’ex sindaco della città Bruno Boni, da allora ogni anno è occasione per conoscere personaggi che hanno fatto grande la Brescia. 

    Ieri la cerimonia di premiazione presso Palazzo Tosio. Alla presenza di Francesco Lechi, presidente dell’Ateneo di Brescia – Accademia di scienze lettere e arti, di monsignor Antonio Fappani, presidente di Fondazione Civiltà Bresciana, del prefetto Narcisa Brassesco Pace, del vescovo Luciano Monari e dei politici, dal sindaco Adriano Paroli, agli assessori Andrea Arcai, Maurizio Margaroli, Fabio Rolfi e Giuseppe Romele.

    I riconoscienti sono andati quest’anno a Silvia Vegetti Finzi, esperta di bioetica, da trent’anni trasferitasi a Pavia; Franca Ghitti, celebre scultrice che ha esportato le sue opere in ferro e legno in tutto il mondo; Marco Preti, scalatore, documentarista, scrittore (suo il libro "Il ghiacciaio di nessuno", dove si racconta della prima guerra mondiale in Adamello).
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY