Brescia vince: ora è 3°

    0

    Nell’anticipo della 26esima giornata di serie B, il Brescia batte 2-1 l’Ascoli di Pillon e si porta da solo al terzo posto, a quattro punti dalla capolista Lecce.

    Si comincia con un minuto di silenzio in ricordo di Nunzio Franchi detto "Stringa", storico magazziniere delle Rondinelle scomparso in settimana. Partita noiosa fino alla mezz’ora, quando una bella conclusione di Rispoli, mal trattenuta da Guarna, si stampa sul palo. Sul finire di tempo, è ancora il legno a dire no, questa volta a colpire il palo destro è Caracciolo di testa. Il primo tempo si chiude a reti bianche.

    Al 18esimo del secondo tempo le Rondinelle riescono a sbloccare la partita: discesa del Possa sulla sinistra e pallonetto morbido del capitano (che ammette che il suo era un cross) che sorprende Guarna e si infila in rete. Doccia fredda per l’Ascoli, che 6 minuti più tardi si arrende al 2-0: Caracciolo raccoglie il suggerimento di Budel e segna il gol numero 18 in stagione. Brescia assoluto padrone del campo, ma la gara si riapre presto: Bernacci, al primo tiro in porta, brucia Arcari a otto minuti dalla fine. Nonostante un finale al cardiopalmo, il Brescia confeziona la quinta vittoria consecutiva e vola al terzo posto solitario.

    Ora il campionato si fa davvero interessante.

    Il tabellino:
    BRESCIA-ASCOLI 2-1 (0-0)

    BRESCIA (3-5-2): Arcari; Bega, De Maio, Berardi; Rispoli (42’ st Martinez Vidal), Vass, Budel, Cordova (21’ st Lopez Gasco), Dallamano; Possanzini (46’ st Taddei), Caracciolo. (A disposizione: 22 Viotti, 5 El Kaddouri, 32 Kozak, 40 Hetemaj). Allenatore: Giuseppe Iachini.

    ASCOLI (4-4-2): Guarna; Gazzola (31’ st Marino), Portin, Micolucci, Pesce; Luci, Amoroso (14’ st Ciofani), Di Donato, Giorgi (23’ st D’Agostino); Antenucci, Bernacci. (A disposizione: 78 Frezzolini, 9 Lupoli, 32 Tiboni, 89 Mattila). Allenatore: Giuseppe Pillon.

    ARBITRO: Candussio di Cervignano nel Friuli.

    RETI: 18’ st Possanzini, 23’ st Caracciolo, 37’ st Bernacci.

    Note: serata fresca e piovosa, terreno di gioco pesante. Ammoniti: Pesce (30’ pt), De Maio (14’ st). Espulsi: nessuno. Calci d’angolo: 9-1 per il Brescia. Recupero: 1’ e 4’.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Finalmente un poco di luce con una più che solida speranza per il futuro.Il vecchio STRINGA che ci ha lasciato sarà contento anche lui.

    LEAVE A REPLY