Linee ferroviarie da non dimenticare

    0
    Bsnews whatsapp

     

    In tutta Italia si è tenuta, anche quest’anno, la terza giornata delle “ferrovie dimenticate” organizzata da Co.Mo.Do (Confederazione per la mobilità dolce). L’obiettivo della giornata e dell’associazione è quello di incentivare il recupero e la valorizzazione delle tratte ferroviarie che sono state chiuse. Si calcola che siano più di 6000 i chilometri di rotaie abbandonate e lasciate al degrado più totale. L’iniziativa ha registrato grande interesse anche nella nostra provincia. Le “Ferrovie turistiche italiane” hanno dato vita a due iniziative, una sulla Brescia-Iseo-Edolo e l’altra a Palazzolo, capolinea della ferrovia turistica Paratico-Sarnico. Sui binari è tornata la storica locomotiva Aln 668-121, che dopo essere partita da Brescia, è arrivata a Pisogne passando da Iseo. Il vecchio locomotore da manovra “Badoni”, dopo il restauro delle officine De Aloe di Brescia, ha fatto bella mostra di sé nella stazione di Palazzolo, per il servizio di linea sulla Palazzolo-Paratico.

     

     

    Comments

    comments

    Ufficiostampa.net

    CALCIOBRESCIANO
    CONDIVIDI

    RISPONDI