Bancomat clonati

    0

     I clonatori delle carte di credito e di bancomat hanno esteso il loro campo d’azione. A essere presi di mira non solo le banche , ma anche i benzinai. Del resto sembra che con pochi euro si possa acquistare il materiale utile alla clonazione. I carabinieri del Comando provinciale stanno cercando di contrastare il nuovo fenomeno che sembra allargarsi a macchia d’olio. Aumento di denunce, ma anche aumento di arresti. Da un primo bilancio, a partire dai primi dell’anno 2010, sono state segnalate 473 frodi, 70 persone denunciate a piede libero e 17 le persone finite in manette. L’accusa : avere clonato carte di credito e bancomat e aver installato apparecchiature per intercettazioni telematiche. Il consiglio che viene dato dalle forze dell’ordine è quello di coprire con la mano la tastiera mentre si digita il codice Pin e verificare se sulla copertura di plastica dello sportello vi siano dei piccoli fori.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY