Ferrari ringrazia amici e sostenitori

    0

    Una campagna elettorale anomala e difficile. Gianbattista Ferrari, candidato alle prossime regionali per il Pd, è ricoverato da circa un mese alla Domus Salutis, ma un gruppo di amici si è fatto carico della sua battaglia elettorale e Ferrari correrà il 28 marzo con i colleghi per il Pirellone.

    Dopo l’ischemia che ha colpito il consigliere comunale del Pd e che lo costringe ad una riabilitazione motoria quotidiana, l’attività preelettorale è stata condotta in sua vece da un nutrito gruppo di amici coordinati da Gigi Fondra e Roberto Cammarata. E’ con loro che Gianbattista Ferrari ha deciso di incontrare la stampa bresciana per ringraziare quanti lo hanno sostenuto in queste difficili settimane. Ferrari convive da tempo con una forma di distrofia muscolare, malattia che lui stesso definisce “abitudine” e che non gli ha impedito di coltivare la propria passione per l’impegno pubblico. Anche di fronte alla stampa ha ribadito ciò che lo ha spinto e lo spinge verso la politica, ossia l’idea di partecipazione e spazio pubblico. Lo sanno bene gli abitanti di Mompiano che con lui hanno vissuto le battaglie ambientali organizzate con il Comitato per l’ambiente zona nord.

    Gianbattista Ferrari, già presidente della Seconda circoscrizione, oggi siede tra i banchi della Loggia e alle primarie del Pd è arrivato secondo dopo Bisella, ma ora ci riprova ed intende proseguire il proprio impegno anche in Regione all’insegna dello slogan “Liberi nel rispetto dell’uomo” ideato e pensato per riflettere la sua sensibilità in materia di precariato, ambiente, diritti civili e difesa dei più deboli. Il candidato del Pd, lucido da sempre, ha scherzato anche con i giornalisti e ammesso:” mi sono tenuto informato sull’andamento della politica e anche sul dibattito che investe il Pgt bresciano, ma qualche volta mi nascondono i giornali”.

    f.p.

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. Conosco personalmente Gianbattista Ferrari.
      E\’ una persona che dice quello che pensa e FA quello che dice.
      Il mio voto andrà a lui.
      La regione Lombardia ha bisogno di persone perbene come lui.

    2. Un caro amico e una persona speciale. In politica si è sempre battuto per quello in cui credeva con chiarezze e sincerità! Anche il mio voto andrà a lui! Solo questo si può dire: Se lo conosci non puoi fare altro che sostenerlo!

    3. Ho la fortuna di conoscerlo personalmente. Un uomo che ha dimostrato grande capacità di governo del territorio, con onestà, passione, rigore, intelligenza e competenza. Un uomo che fa della politica uno strumento a servizio della comunità e dei bisogni dei più deboli.
      Auguro a Gian di ottenere il risultato che merita. Ne ha bisogno la regione, ne abbiamo bisogno tutti!!

    4. Non conosco personalmente Ferrari ma ho visto il suo impegno x l\’ambiente e contro il consumo del territorio. Ho letto che è stato tra i promotori della battaglia che portò alla realizzazione del parco Castelli vicino allo stadio e si è impegnato x il parco delle colline intorno a Brescia. Molte altre iniziative ambientali lo hanno visto in prima linea. Mi auguro che possa diventare consigliere regionale perchè in Lombardia c\’è bisogno di gente attenta ai problemi dell\’ambiente.

    5. Sono andatoa trovare Gian mercoledì sera, prima della pizzata in suo onore, la prima cosa che comunica gian è voglia di vivere e di lottare per cambiare le cose. Mi piace definirlo un \"gentil guerriero\", umile e tenace. Spero proprio possa arrivare in Regione Lombardia!

    6. Che fosse forte e determinato, già lo si sapeva. Ma che fosse così pronto ed attento a tutto ciò che succede quotidianamente attorno a noi, anche durante questo periodo critico, non era così scontato. Anche in questa occasione Gian ci ha dato una lezione di vita e di stile. Buona ripresa Gian e buona corsa in vetta.

    7. Un voto per Gianbattista Ferrari è una boccata d\’ossigeno per il PD ed una straordinaria risorsa per il consiglio regionale. Forza Ferrari.

    8. Ho avuto la fortuna di conoscere Giambattista, prio grazie a Giovanna e di condividere insieme la fase de Congresso Provinciale. Ho scoperto un\’umanità profonda, una lungimiranza ed apertura politica tali che, no, non posso distaccarmi dalla sua figura e dai valori che rappresenta, che vive in prima persona. Sì, abbiamo bisogno di lui!

    LEAVE A REPLY