Non c\’è il sorpasso della Lega

    0

    Alla fine, com’era prevedibile, è stata una corsa a due. Gli stimoli maggiori sembrava fossero quelli riguardanti la lotta per il primo partito o il confronto con i voti di cinque anni fa, più che per la lotta delle coalizioni. E Formigoni può cantare un doppio grido di vittoria: il Pdl stacca ancora la Lega, di cinque punti, sufficienti (sufficienti?) per tenere a bada la Lega e il consenso generale per la coalizione passa dal 53.8% del 2005 al 56% (31% Pdl, 26% Lega). L’avversario Penati, incredibilmente "soddisfatto" davanti alle telecamere del Tg3 regionale (arriva a dire che il distacco con la maggioranza si è ridotto: a che dati si riferifa?) si attesta al 33.2% contro il 43.1 di Sarfatti registrato nel 2005. Italia dei Valori va oltre il 6%, al 4.7% l’Udc di Pezzotta, di poco sotto il 3% il Movimento 5 Stelle di Vito Crimi.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY