La UE boccia il carcere

    0

    Diciamola tutta: non serve certo l’Unione Europea a dire che il carcere della nostra città versa in una pessima condizione, basta ascoltare i ripetuti appelli del garante dei detenuti di Canton Mombello Mario Fappani.

    E’ stato pubblicato nei giorni scorsi, a grande distanza dalla ispezione effettuata nel 2008, il rapporto dell’Unione Europea e del Comitato per la Prevenzione della Tortura. La relazione finale evidenzia il pesante sovraffollamento del carcere cittadino (454 detenuti contro i 206 ammessi), il pericolo derivante dalla soministrazione di alcolici ai detenuti (un litro di birra al giorno o mezzo litro di vino), somministrazione nel frattempo interrotta, le cattive condizioni strutturali del carcere e delle celle che ospitano fino a 5 detenuti in 9 metri quadrati, scarse le attività lavorative fuori cella, insufficiente la presenza di medici psichiatri (solo 5 ore la settimana), assente il servizio di traduzione per i detenuti stranieri che devono rivolgersi al medico.

    Mario Fappani ha dichiarato come sia significativo il fatto che anche una istituzione europea in una ispezione di poche ore abbia evidenziato tante e tali problematicità. Fappani auspica che le parole dalla Loggia su una possibile costruzione di un carcere maschile a Verziano possano tradursi in fatti concreti.
    a.c.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY