Chi sostituisce Parolini?

    0

    Ormai è pacifico: Parolini dovrà lasciare il suo incarico di assessore in Broletto per sedere in consiglio regionale, causa incompatibilità delle due cariche. A breve si riunirà la Commissione Elettorale del Pirellone per la valutazione degli incarichi dei consiglieri eletti, dopodiché Parolini avrà al massimo 10 giorni per lasciare l’assessorato. Ancora non si sa quando la Commissione si riunirà, ma non si sa nemeno quale sarà il nome che sostituirà Parolini ai Lavori Pubblici in Broletto, assessorato pesante che il Pdl (leggi l’intervista a Viviana Beccalossi nella sezione Prima Pagina) non vuole mollare, sulla base degli accordi fatti con la Lega del presidente Molgora un anno fa: 6 assessori al Pdl e 5 alla Lega, al massimo 6 a 6 se il presidente dovesse lasciare alcune deleghe. Se invece Parolini non dovesse essere sostituito i rapporti di forza cambierebbero assestandosi sul 5 a 5. La Lega tergiversa, con la speranza nemeno troppo nascosta di riequilibrare la situazione, anche alla luce dell’autocandidatura di Parolini in Bre-Be-Mi (che di fatto ha tolto il posto a un leghista, essendo solo due i posti per la Provincia, e l’altro è occupato da Cavalli).

    Il nome più accreditato nel Pdl per il dopo-Parolini è quello di Maria Teresa Vivaldini, vicesindaco di Pavone del Mella, già consigliere nella seconda giunta Cavalli.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY