Muro di Cani: la satira bresciana

7

Graffiante e politicamente scorretto. Tutti i giornalisti e i politici lo leggono e molti lo criticano, eppure il blog “Muro di Cani” registra ingressi da urlo. Anche i suoi detrattori sorridono quando il nemico è messo alla berlina e nelle redazioni dei quotidiani locali, quasi tutti ci fanno una capatina per vedere chi sarà il prossimo preso di mira da Francesco Apostoli. Francesco, infatti, è l’autore di un foglio online che per l’arguzia e l’ironia ricorda il mitico “Cuore” di Michele Serra, è il blogger bresciano che scrive quello che molti pensano e quello che, purtroppo, l’informazione ufficiale non si può permettere.

Francesco come nasce il tuo blog e perché “Muro di Cani” (www.murodicani.blogspot.com)?

Due anni fa ho visto alla televisione il duetto tra Valentina Vezzali e Silvio Berlusconi a “Porta a Porta” e il senso di disagio, disagio fa ridere ma quello che vorrei dire non lo scriveresti, è stato tale che dovevo tradurre in qualche cosa il mio antiberlusconismo, Quanto al nome è un giochetto stupido nato dal il gruppo con il quale suono. Abbiamo storpiato la canzone di Pinocchio, tutto qui.

Sei schierato politicamente?

Tutti ci danno dei “comunisti”, ma non è così: sul blog ho scritto dei post di elogio a Granata e Fini che chiamiamo il “compagno F”. Ne abbiamo per tutti. Sicuramente mi trovo molto distante dalle posizioni della Lega e sono, appunto, fieramente antiberlusconiano.

Effettivamente con il vicesindaco Fabio Rolfi non sei molto tenero….

Forse all’inizio, ma adesso siamo più gentili, anzi direi che mi fa simpatia.

Dici così perché ti ha querelato?

Beh… non è il massimo avere una querela sulle spalle, ma non conosco ancora il contenuto, quindi non saprei dire con precisione che cosa abbia fatto arrabbiare Rolfi.

Direi che scorrendo il sito c’è solo l’imbarazzo della scelta…

Voglio essere serio: abbiamo iniziato a prendere di mira la Lega ed il vicesindaco quando sono state votate in Loggia tutte quelle ordinanze assurde, tipo il divieto di sedersi sui gradini dei monumenti o ancora il divieto di fare dei pic-nic nei parchi. E’ a  causa di queste scelte che ho iniziato a  prendere in giro un approccio alla questione dell’immigrazione che trovo ottuso, perché il problema è molto più complesso dei divieti inventati da Rolfi.

Il tuo blog fa un po’ di satira, ma anche controinformazione, quella ufficiale è carente?

No, direi di no e sono sincero. Credo solo che ci sia la tendenza ad addolcire la pillola. Volenti e nolenti si crea un rapporto tra giornalisti e politici. A volte troppo stretto e questo poi non consente di “affondare” con la penna. E comunque “Muro di Cani” non intende fare giornalismo: basti pensare che scrivo da casa e spesso utilizzo pezzi di altri giornali. Poi qualche vota ci capita la notizia carina e la utilizziamo.

Quali cose o in che ambiti tace l’informazione bresciana?

Non parlerei di censura, ma a Brescia mancano degli editorialisti che sappiano prendere delle posizioni sugli argomenti riguardanti la città. Non basta dire A o B servirebbe qualcuno che difenda A o B per una serie di motivi. E comunque  non voglio dire che tutti sono dei servi, dipende dalle persone a Brescia ci sono bravi giornalisti in entrambi i quotidiani.

Passiamo al gossip politico: chi ti sta simpatico dei politici bresciani?

Ho un buon rapporto con Mario Labolani, apprezzo Vivenzi, sindaco di Lumezzane, Giambattista Ferrari del Pd e Laura Castelletti.

E’ d’obbligo la domanda contraria. Chi trovi antipatico?

Quelli poco spiritosi. Pensa che ho fatto una caricatura di Labolani e lui l’ha messa in Facebook, questo è essere ironici. Comunque non è questione di antipatia, ma d’incompatibilità culturale e questo mi capita con la Lega.

Hai ricevuto qualche complimento per il tuo blog?

Sara Balsamo mi ha espresso il suo apprezzamento.

Da parte del centro sinistra?

Giudizio non pervenuto, ma non mi interessa.

 

Federica Papetti

 

 

 

Comments

comments

7 COMMENTS

  1. ripasso di qui… se mai qualcuno di voi Davide o Andrea o chi per essi dovesse passare da queste parti chiedo una cosa – scusate, non è per fare il narcisino – ma potreste cambiare “Compagno Este” in Compagno “F”? Era giusto una cosa che avevamo chiesto quando era stata pubblicata. Se non è un casino… grazie ciao. Cordiali salumi.

    _______________________________________

    RISPOSTA DELLA REDAZIONE: PURTROPPO OGGI I NICKNAME UTILIZZATI NON SONO TECNICAMENTE MODIFICABILI, SOLTANTO IL TESTO LO E’

  2. Ciao ripasso di qui dopo 6 anni e il “compagno este” (risposta alla seconda domanda nell’articolo) è ancora da modificare in “compagno F.” F come Fini, ha fatto in tempo a scomparire dalla scena politica. anche se non conta più un tubo, potreste dare una aggiustata al testo? è il testo dell’articolo. Seconda risposta. Ci vediamo fra sei anni.

  3. Ripasso di qui, giuro davanti a Zeus, per caso.
    Come dico sempre al mio barista di fiducia: “grazie per la correzione”!!!
    Ci sentiamo Andrea.
    Stamme bbuono.

LEAVE A REPLY