Si festeggiano gli 85 anni dell\’Aler

    0

    Tre giorni durante i quali Brescia si trasformerà nella capitale europea dell\’edilizia pubblica, tre giorni di convegni e approfondimenti organizzati in concomitanza dei festeggiamenti per l\’85esimo anniversario della nascita dell\’Aler.

    In città ci saranno 150 delegati proveninenti da tutta Europa, da lunedì 17 sino a mercoledì 19 si discuterà del presente e del futuro del social housing, ci si scambieranno opinioni e si confronteranno le strategie messe in campo dalle istituzioni per il sostegno e la promozione dell\’edilizia pubblica.

    Piatto forte della tre giorni sarà il convegno «Vivere il futuro: casa, città sostenibili e politiche europee di coesione dopo il 2013». Organizzato dall\’Aler, Federcasa e Cecodhas, sarà ospitato presso la Camera di Commercio di via Einaudi.

    La storia dell\’Aler.
    Lo IACP di Brescia nasce il 10 settembre dell’anno 1925; soci iniziali, di un Ente a carattere comunale, sono la locale Camera di Commercio, il Comune di Brescia, la Banca San Paolo, il Calzificio Roberto Ferrari di Ospitaletto.
    Alla fine degli anni Trenta prendono forma le prime sedici casette in via Chiusure, mentre le relazioni programmatiche dell’anteguerra prevedono a breve la costruzione di almeno 2600 vani.
    Fra il 1940 e il 1942 si realizzano in città i primi fabbricati in via Carducci, via Filzi e via Morosini, basi storiche di primi quartieri IACP in città.
    Nell’immediato dopoguerra, accanto alla conclusione dei lavori nei citati quartieri ed alla prima "tranche" in via Lamarmora, lo IACP, già trasformatosi con una legge del 1938 in Ente a carattere provinciale, registra le prime collaborazioni con altri Comuni bresciani, con Cooperative edilizie, con l’Ina Casa, attraverso i Piani Fanfani e Gescal.
    Lunghissimo l’elenco delle realizzazioni concluse in questi ultimi cinquanta anni, comprendente oltre 15.000 alloggi.
    Attualmente l’Aler di Brescia – costituitosi ufficialmente il 18 aprile 1997 –gestisce circa 7.000 alloggi di sua proprietà, rivestendo il ruolo di maggior protagonista nei settori dell’edilizia sociale e della locazione di alloggi in generale, oltre a 2.500 alloggi del Comune di Brescia. 

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome