Quadri bresciani a Washington

0
Andrea Arcai
Andrea Arcai

La pinacoteca Tosio-Martinengo è chiusa per ristrutturazione. L’Accademia Carrara è chiusa per ristrutturazione. L’ambasciatore italiano a Washington è un bergamasco appassionato d’arte. Tre elementi che messi assieme hanno fatto nascere l’idea di una mostra che potrebbe essere allestita entro pochi mesi presso le sale dell’ambasciata italiana nella capitale statunitense, a rappresentare la pittura lombarda del diciassettesimo secolo.

I soggetti coinvolti sarebbero ben contenti se l’idea andasse in porto: l’assessore Andrea Arcai pare stia facendo il possibile per ottenere i permessi di trasportare i dipinti (cinque o sei tele) oltreoceano; lo stesso stanno facendo a Bergamo. Se si riuscisse a organizzare il tutto i quadri rimarrebbero esposti a Washington per non meno di 6 mesi, e comunque tornerebbero a Brescia in tempo utile per la riapertura della Pinacoteca Tosio-Martinengo, prevista per la fine del 2011.

Gli esperti d’arte lo sanno bene: una mostra di dipinti bresciani oltreoceano può rappresentare un ottimo modo per far conoscere le nostre eccellenti raccolte al grande pubblico e creare sinergie inaspettate. E fare da volano alla città.
a.c.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome