Laboratorio abusivo con 21 clandestini

    0

    Ennesimo sequestro di locale adibito a lavorazioni tessili e gestito da immigrati cinesi. Questa volta le dimensioni dell’operazione sono davvero importanti: 21 i clandestini denunciati, tre le persone arrestate: quella che sembra essere la titolare del laboratorio (arresto per sfruttamento e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina) e due suoi connazionali (per resistenze e lesioni a pubblico ufficiale).

    Il magazzino utilizzato come laboratorio è situato a Calcinato in via Aleramo. La polizia locale di Rezzato ha scoperto il luogo seguendo un cittadini cinese fermato senza documenti presso il Continente: gli agenti hanno detto all’uomo di andare a prenderli a casa, l’hanno seguito e hanno scovato il laboratorio.

    Trenta le postazioni di lavoro per i clandestini, che come sempre in questi casi dormivano in due appartamenti attigui al capannone. Le indagini ora dovrebbero appurare chi acquistava (anche ditte bresciane, ovviamente) i prodotti che uscivano dal laboratorio: solo così si può sperare di dare un duro colpo all’illegalità cinese in campo tessile.  
    A.C.

    Comments

    comments

    LEAVE A REPLY