Brescia: maxi delusione

    0

    Senza parole.

    La maggior parte dei tifosi presenti ieri in piazza per assistere all\’ultima di campionato dal maxischermo sotto la Loggia, a fine gara era senza parole. Poi è montata la rabbia, ma dopo la partita il sentimento più diffuso era di delusione. Tutta la città ieri ha spinto la squadra, in piazza Loggia si respirava un clima d\’altri tempi, tutti erano pronti per la festa. Ed invece è stata una partitaccia, con i nostri mai completamente in partita, contratti, fuori forma, senza la carica giusta per battere una squadra distanziata di 20 punti in classifica. Noi si lottava per la gloria della Serie A, loro per rimanere agganciati alle ultime speranze rappresentate dai play-out, ed hanno avuto la meglio loro. 

    Piazza Loggia per noi era come piazza Duomo per i tifosi interisti che non sono andati a Madrid. Prima del fischio d\’inizio si sentiva parlare dell\’orario in cui sarebbero tornati i giocatori da Padova, per accoglierli festosamente allo stadio. Prima del via i tifosi parlavano di bagni nelle fontane (spente), di caroselli fino a notte. Poi i programmi sono cambiati.

    Al fischio finale il clima era teso. Fortuna ogni tanto c\’era qualcuno che ricordava che nulla è ancora completamente perso, che ci sono i play-off da giocare, già mercoledì sera. Qualcun altro però pensava alle ultime due promozioni sfumate proprio ai play-off. In più quest\’anno c\’è anche il Torino, sarà ancora più dura. Ma sarebbe stupido abbattersi ora: ancora, Forza Brescia!
    a.c.

    Il tabellino

    Serie B TIM 2009/2010 – 42^ giornata
    PADOVA-BRESCIA 2-1 (2-1)

    PADOVA (3-5-2): Agliardi; Cesar, Faisca, Trevisan; Darmian, Bovo (37’ st Rabito), Italiano, Cuffa (27’ st Morosini), Renzetti; Soncin (18’ st Bonaventura), Di Nardo. (A disposizione: 1 Cano, 4 Daniele Gasparetto, 20 Mirco Gasparetto, 84 Jidayi). Allenatore: Carlo Sabatini.

    BRESCIA (3-5-2): Arcari; Martinez, Bega, De Maio; Zambelli (1’ st Rispoli), Baiocco (1’ st Taddei), Budel, Saumel (25’ st Cordova), Dallamano; Possanzini, Caracciolo. (A disposizione: 22 Viotti, 8 Vass, 26 Martinez, 32 Kozak). Allenatore: Giuseppe Iachini.

    ARBITRO: Tagliavento di Terni.

    RETI: 3’ pt Di Nardo, 47’ pt Cuffa, 31’ st rigore Caracciolo.

    Note: giornata umida e afosa. Spettatori 15.000 circa. Ammoniti: Baiocco, Soncin, Saumel, Faisca e Trevisn. Espulsi: nessuno. Calci d’angolo: 9-4 per il Brescia. Recupero: 2’ e 7’.

    Gli altri risultati:
    Ancona-Mantova 2-2 (9’ pt e 23’ st Mastronunzio – A, 31’ pt e 20’ st Pellicori -M)
    Crotone-Ascoli 1-2 (26’ pt Russotto –C, 29’ pt Bernacci, 21’ st Ilari -A)
    Empoli-Grosseto 2-2 (16’ pt Tosto –E, 29’ pt Esposito, 32’ pt Carobbio –G, 21’ st Eder)
    Frosinone-Triestina 2-2 (11’ pt Troianiello –F, 20’ pt Testini –T, 11’ st Stellone –F, 46’ st Siligardi -T)
    Lecce-Sassuolo 0-0
    Modena-Gallipoli 3-2 (10’ pt Della Penna, 3’ st Artistico –G, 5’ st Bruno, 38’ st Giampà, 42’ st Spezzani -M)
    PADOVA-BRESCIA 2-1 (3’ pt Di Nardo, 47’ pt Cuffa –P, 31’ st rigore Caracciolo -B)
    Piacenza-Cesena 0-1 (2’ st Parolo)
    Reggina-Albinoleffe 3-1 (6’ pt 33’ pt Pagano, 22’ pt Missiroli –R, 42’ pt Torri -A)
    Salernitana-Vicenza 0-1 (8’ pt Gavazzi)
    Torino-Cittadella 1-0 (18’ pt Belingheri)

    Classifica finale
    75 Lecce
    74 Cesena
    72 BRESCIA
    69 Sassuolo
    68 Torino
    66 Cittadella
    61 Grosseto
    60 Crotone (-2)
    57 Ascoli
    56 Empoli
    55 Albinoleffe
    54 Reggina
    54 Modena
    53 Vicenza
    53 Piacenza
    53 Frosinone
    52 Ancona (-2)
    51 Padova
    51 Triestina
    48 Mantova
    40 Gallipoli
    17 Salernitana (-6)

    Play-off (andata mercoledì 02/06 – ritorno domenica 06/06)
    Torino-Sassuolo, CITTADELLA-BRESCIA

    Play-out (andata venerdì 04/06 – ritorno sabato 12/06)
    Triestina-Padova

    Comments

    comments

    1 COMMENT

    1. ieri non ha deluso solo la squadra io ero a padova e vedere i nostri ultras picchiarsi tra di loro è stato più deludente c\’era anche il mio bambino di 8 anni e vi assicuro che non è stato facile spiegargli che dei ragazzi che sembrava fossero tutti amici se le sono date di santa ragione

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome